spot_img
spot_img
HomeGiustiziaPnrr, Rando: "Grave scelta...

Pnrr, Rando: “Grave scelta del governo di tagliare fondi per valorizzare i beni confiscati alla mafia”
P

“Nelle stesse ore in cui il Ministro Piantedosi ricorda in senato che per il Governo la lotta alla mafia è prioritaria, il suo collega Fitto cancella dai progetti del PNRR 300 milioni di euro destinati agli investimenti per la valorizzazione dei beni confiscati alla mafia. Alla faccia della priorità! Solo chiacchiere e niente fatti”, lo dichiara in una nota la senatrice Vincenza Rando, responsabile legalità, trasparenza e contrasto alle mafie della Segreteria Nazionale del Partito Democratico, che aggiunge: “i beni confiscati sono uno dei segnali che lo Stato deve usare per dimostrare la sua forza e la sua presenza, sono la dimostrazione palese di come il crimine si possa trasformare in imprese sociali, in economie che portano lavoro legale e che dimostrano che la mafia si può sconfiggere! La scelta di Fitto – continua Rando – è sbagliatissima. Insieme agli attacchi a Don Ciotti, alla censura a Saviano e al taglio di strumenti importanti, sono l ennesima dimostrazione che il contrasto alla mafia, per Piantedosi, Meloni e il suo Governo, sia un tema tutt altro che prioritario”, conclude la senatrice Rando.

Ultimi articoli

Correlati

Impennata dei minori detenuti, la giustizia minorile non meritava il dl Caivano

Presentato il settimo rapporto Antigone sulla giustizia minorile. Serracchiani: "Hanno stravolto il processo minorile"

Al via finalmente il processo Regeni: una giornata importante

Noi continuiamo a stare a fianco della famiglia nella ricerca di verità e giustizia

Giustizia, Orlando: “Quello del governo è un garantismo di classe”

104 sì, 56 no e nessun astenuto: l'Aula del Senato ha approvato il ddl Nordio, ora la parola passa...
03:07:41

Emergenza carcere, la svolta necessaria

Di fronte alla tragedia dei suicidi in carcere, il governo esita, nonostante il segnale lanciato dal presidente Mattarella. Il PD ne parla in un convegno

Abuso d’ufficio: le proposte concrete a tutela dei sindaci e della legalità

Continueremo a batterci per tutelare i sindaci e al contempo la legalità. Tenere insieme queste sfide è possibile
spot_img