spot_img
spot_img
HomeAgricoltura"Acqua e Sole, un...

“Acqua e Sole, un connubio perfetto”

Si è svolta questa mattina alla Camera dei Deputati, presso l’aula dei gruppi, l’evento dal titolo “Acqua e Sole, un connubio perfetto”, un approfondimento dedicato ai bacini idrici: una risorsa per combattere la siccità e per autoprodurre e immagazzinare l’energia. Oltre ad Annalisa Corrado, co-organizzatrice dell’evento insieme a Gianni Pietro Girotto, Coordinatore Comitato Transizione Ecologica del Movimento 5 Stelle, hanno partecipato le europarlamentari Camilla Laureti (responsabile agricoltura PD) e Maria Angela Danzì (M5S). Diversi esponenti del mondo istituzionale e tecnico hanno affrontato l’argomento, mentre le conclusioni sono state affidate alla segretaria del Pd, Elly Schlein, e al presidente del M5S, Giuseppe Conte.

“Dobbiamo avere un approccio sistemico alle sfide più importanti dei nostri tempi”, ha spiegato durante il suo intervento Annalisa Corrado, responsabile nazionale del Partito Democratico per l’Ambiente e la Conversione ecologica. “Chi vive i territori, soprattutto gli agricoltori – ha aggiunto – sa bene cosa significa vivere i fenomeni estremi della crisi climatica. C’è una necessità urgente di combattere il dissesto idrogeologico nel nostro Paese di lavorare per la prevenzione e l’adattamento alla crisi climatica, di proteggere e sostenere la biodiversità, anche continuando a difendere e potenziare il green deal in Europa”.

“Nella fattispecie parliamo oggi di una applicazione possibile, che tiene assieme tutte queste questioni, dimostrando quanto le soluzioni esistano e siano in grado anche di rilanciare la nostra economia in affanno: realizzare impianti fotovoltaici flottanti nei bacini idrici e nei canali irrigui: un modo sostenibile ed economico che consentirebbe di installare oltre 5 GW di rinnovabili. In Emilia-Romagna” – ha concluso l’esponente dem – “ci sono già progettualità realizzate e in corso di autorizzazione che sosteniamo in pieno e che ci auguriamo di poter favorire e replicare presto anche in altri territori”.

“L’acqua è un bene comune, una risorsa preziosa, minacciata dal cambiamento climatico, come dimostra la drammatica emergenza della siccità. Dobbiamo dunque proteggerla a partire da una gestione più efficiente e più giusta, anche nell’interesse dell’agricoltura, settore che maggiormente ne fa uso”, ha detto Camilla Laureti, eurodeputata e responsabile dem per le Politiche agricole, intervenendo all’evento. “In Italia questa sfida è centrale. Per questo si deve procedere alla realizzazione di un Piano per i piccoli invasi capaci di accogliere, per esempio, anche pannelli solari per la produzione di energia rinnovabile. Anche in questo modo si dà concretezza alla conversione ecologica, e si sostengono gli agricoltori, perchè il costo dell’energia è uno degli aspetti che maggiormente ne penalizzano il reddito. Come ribadito anche oggi dalla segretaria Elly Schlein, la strada del Green Deal è l’unica percorribile se vogliamo salvare il Pianeta e la nostra salute, se vogliamo tutelare l’agricoltura e la sua qualità, a partire dalla protezione del suolo, la cui erosione è fenomeno preoccupante a cui va data una risposta, che certo non può essere la marcia indietro sulle misure agroambientali della Pac”.

Ultimi articoli

Correlati

Sulla pericolosità del Ponte sullo Stretto si susseguono le evidenze: per Salvini è tutto normale

Corrado: "Il progetto del ponte di Salvini è fallimentare e pericoloso: lo abbiamo detto fin da subito. È ora di metterci la parola fine"

Corrado (Pd), ministro Lollobrigida incapace di gestire complessità su aree idonee per le rinnovabili

Agricoltura: Corrado (Pd), ministro Lollobrigida incapace di gestire complessità su aree idonee per le rinnovabili “È grandissima la preoccupazione...

Prezzi del gas impazziti: è la tassa Meloni

Una vera e propria mazzata per moltissime famiglie. Il governo non governa, e nasconde la testa sotto la sabbia

Ponte sullo Stretto, progetto arrogante e fallimentare. Un ecomostro irrealizzabile

Il Partito democratico ha effettuato un'analisi dettagliata e molto critica sul progetto di costruzione del Ponte sullo Stretto di Messina, evidenziando numerose irregolarità procedurali e potenziali impatti negativi

Iniziano gli espropri per il Ponte della propaganda. Pd: “Prima servono risposte certe”

Elly Schlein: "Perché tutta questa fretta? È una fretta che sembra elettorale che però non ha a cuore il vero destino di questa comunità"
spot_img