spot_img
spot_img
HomeEconomia e lavoroSicurezza sul lavoro, Guerra:...

Sicurezza sul lavoro, Guerra: “I provvedimenti del Governo tagliano ore alla formazione, così non va”
S

“Gli incidenti sul lavoro che si susseguono ogni giorno, compresi quelli legati all’estate rovente, e la stessa strage di Brandizzo sembrano non avere insegnato niente.
 
La bozza dell’accordo Stato-Regioni che dovrebbe razionalizzare la materia, licenziata dal Ministero del Lavoro, è, per molti aspetti, in aperto contrasto con le affermazioni, ripetute anche in questi giorni da esponenti di maggioranza e governo, circa l’importanza della formazione per prevenirli.
 
Abbassare da 16 a 10 il numero minimo di ore di formazione obbligatoria per quanto riguarda salute e sicurezza sul lavoro per i settori a più alto rischio, dai cantieri allo smaltimento dei rifiuti, dalla sanità alla produzione e lavorazione di metalli, e permettere che possa essere fatta a distanza, sono risposte peggiorative rispetto all’esistente. Così come lo sono i criteri più facili per l’accreditamento degli enti che possono erogare la formazione.
 
Pure incomprensibile è che si ignori la necessità della formazione per conoscere e tutelarsi dai forti rischi per salute e sicurezza legati al caldo eccessivo e ai mutamenti climatici.
 
E come si può, dopo la strage di Brandizzo, prevedere che il modulo specifico “Cantiere” pensato per il dirigente o il datore di lavoro nei cantieri temporanei e mobili riguardi solo l’impresa affidataria, e non l’impresa che effettivamente opera in quei cantieri? Non si è ancora capito che è proprio nella catena dei subappalti che si annida il rischio maggiore di incidenti sul lavoro?”

Lo afferma in una nota Maria Cecilia Guerra, Responsabile Lavoro del Partito Democratico.

Ultimi articoli

Correlati

Interposizione illecita di manodopera, Guerra (Pd): Eliminiamo la norma che legittima il caporalato

"Per contrastare l’interposizione illecita di manodopera, come si propone, giustamente, la ministra Calderone, bisogna prima di tutto eliminare...

Pasticcio Pnrr, spesi meno della metà dei fondi. E il governo si sottrae al confronto

il governo sta danneggiando il Paese. Boccia a La Russa: "Fitto si sottrae al confronto"

Pnrr, Misiani: “Transizione 5.0 in alto mare, governo non pervenuto”

“Il programma Transizione 5.0 annunciato trionfalmente dal ministro Urso è a ‘carissimo amico’, stando a quello che riportano...

“Le morti sul lavoro non sono una fatalità ma una vera tragedia”. Parla Maria Cecilia Guerra

All’indomani dell’ennesima strage sul lavoro – i cinque morti nel cantiere di Firenze – si riaccende l’attenzione su un tema che non dovrebbe mai vederla spenta: la sicurezza sul lavoro. Qual è la situazione nel nostro Paese, e cosa serve per intervenire davvero?

La sicurezza dei lavoratori prima di tutto: basta sub appalti a cascata

L'idea della segretaria dem: "Chiediamo si estenda anche al privato l'obbligo di utilizzo del contratto edile"
spot_img