spot_img
spot_img
HomeEconomia e lavoroLa battaglia per il...

La battaglia per il salario minimo in Italia continua: ora si può firmare anche online

In Italia, l’assenza di un salario minimo legale è una realtà che impatta milioni di lavoratori, spingendo sempre più persone verso la soglia di povertà. Il Partito Democratico, insieme a Movimento 5 Stelle e Alleanza Verdi e Sinistra, ha rilanciato la lotta per l’introduzione di questa misura fondamentale con una proposta di legge di iniziativa popolare, evidenziando la crescente necessità sociale e economica di intervenire al più presto. Maria Cecilia Guerra, responsabile Lavoro nella segreteria del PD, ha sottolineato come il salario minimo possa difendere i lavoratori dallo sfruttamento, ridurre il gap salariale, stimolare l’innovazione nelle imprese e proteggere i redditi più bassi dall’inflazione.

La Situazione attuale dei lavoratori italiani: i dati sono allarmanti

Chi sta pagando davvero la grande inflazione degli ultimi anni sono i lavoratori: l’Istat ci dice che tra gennaio 2021 e dicembre 2023 i prezzi al consumo sono aumentati del 17,3% mentre le retribuzioni contrattuali sono cresciute solo del 4,7%.

Nel 2023, le famiglie dei lavoratori dipendenti in povertà assoluta sono cresciute al 9,15% dall’8,3% del 2022. Tre milioni e mezzo di persone lavorano con un minimo contrattuale inferiore a 9 euro lordi all’ora.

Per questo è necessario intervenire introducendo il salario minimo

In tutti i paesi dove esiste il salario minimo, esso ha avuto un ruolo cruciale nel difendere i salari dall’inflazione. Ma non solo: ha avuto anche l’effetto di ridurre il gap di genere, per colpa del quale le donne ricevono salari più bassi rispetto agli uomini.

L’assenza di un salario minimo non solo espone i lavoratori a salari ingiustamente bassi ma contribuisce anche a un fenomeno di “contrattazione malata”, dove le condizioni di lavoro e i salari vengono negoziati in modo inefficace e spesso a svantaggio dei lavoratori stessi. Di conseguenza, la disparità salariale persiste e si aggrava, rendendo urgente un intervento legislativo.

La Proposta di Legge di Iniziativa Popolare

A differenza delle precedenti petizioni, questa iniziativa legislativa permette una partecipazione diretta dei cittadini attraverso la raccolta di firme, sia presso i banchetti autorizzati, che online tramite l’utilizzo di SPID o CIE. Raggiungendo le 50.000 firme, il Parlamento sarà obbligato a discutere la proposta.

Per votare visita il sito https://firme.salariominimosubito.it/

Ultimi articoli

Correlati

Aborto, al G7 va in scena una vergogna nazionale. Meloni si scusi

Prima ancora del suo inizio, al G7 esplode il caso sulla sparizione nella bozza del diritto all'aborto. Il governo nega di averlo cancellato, ma la tensione è alta

Decaro: “Il record di voti non l’ho visto arrivare. Il Sud punisce il governo perché non dice la verità”

Il sindaco di Bari a Repubblica: "L'unico modo che conosco per guadagnare consenso è studiare, mantenere più che promettere, cercando di dire sempre la verità"

Bonaccini: “Ha vinto la squadra. Mai il Pd così unito”

Il presidente dem a QN: "Mai come ora il Pd è stato presente nei luoghi dove si discute e ci si confronta guardando negli occhi le persone"

Schlein: “Abbiamo riportato il Pd tra la gente e restituito la speranza a chi l’aveva perduta”

Elly Schlein in una intervista a Repubblica commenta il voto delle europee parlando di risultato "straordinario"

Il Pd diventa la prima delegazione nel gruppo dei Socialisti Ue

La riunione per la costituzione del gruppo è prevista per il prossimo 25 giugno
spot_img