spot_img
spot_img
HomeRiformePnrr, Alfieri e Bonafoni:...

Pnrr, Alfieri e Bonafoni: “Il governo ascolti e coinvolga il terzo settore sull’attuazione dei progetti”

“Facciamo nostra la richiesta del Forum del Terzo Settore, che ha scritto oggi a Fitto lamentando di non esser stato convocato insieme alle altre forze sociali, nella cabina di regia PNRR.
Chiederemo conto al ministro Fitto di questa grave dimenticanza nel corso dell’audizione prevista per oggi in Parlamento.
Non convocando il Forum del Terzo Settore, il Governo ha dimenticato di render partecipe tutto il mondo del volontariato, dell’associazionismo e dell’impresa sociale, le cui competenze ed esperienze sono fondamentali per realizzare al meglio le misure sociali finanziate con le risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, nelle città e nei territori della penisola.
Competenze ed esperienze che possono rappresentare una risorsa importante per superare le tante difficoltà che stanno emergendo, in una fase cruciale come quella della messa a terra dei progetti avviati”.

Così dichiarano in una nota congiunta Alessandro Alfieri e Marta Bonafoni, rispettivamente responsabile Riforme e PNRR e coordinatrice della Segreteria nazionale del Partito Democratico, con delega ad Associazionismo e terzo settore.

Ultimi articoli

Correlati

No al premierato, autocrazia che minaccia la tenuta democratica

Contro "la madre di tutte le riforme" in salsa Meloni il Pd è impegnato nello scontro parlamentare, emendamento su emendamento, e sarà in piazza il 2 giugno

Il 2 giugno in piazza a Roma per la Costituzione e l’Europa federale

Schlein: Usiamo i nostri corpi e le nostre voci per fare muro contro premierato e autonomia differenziata

La destra sta restringendo la democrazia italiana: ormai è deriva orbaniana

La fotografia è quella di un Parlamento assoggettato al governo. Ciò che sta succedendo in queste ore è solo l'ennesima, drammatica conferma

Sul premierato totale confusione sotto il cielo della maggioranza

Cronache surreali dalla commissione Affari Costituzionali del Senato. Una riforma che stravolge la Costituzione, si fermino

Come fermare la riforma Calderoli, il tradimento di ciò che siamo

Cuperlo su Domani: Questo modello di autonomia non fa bene all’Italia: quattro telegrammi e due idee per opporsi a un progetto che rischia di sfasciare il paese
spot_img