spot_img
spot_img
HomeDirittiMigranti, Majorino: "Conferenza occasione...

Migranti, Majorino: “Conferenza occasione sprecata, solo propaganda”

“La cosiddetta conferenza sull’immigrazione, aperta oggi dalla Presidente del Consiglio, appare come una grande occasione sprecata.
Non si comprendono infatti quali siano o possano essere i passi avanti realizzati effettivamente sul piano della gestione legale dei flussi migratori mentre appare evidentissimo come stia prendendo sciaguratamente piede il “modello Tunisia” che per la totale assenza di garanzie sul piano del rispetto dei diritti umani rischia di configurarsi sempre di più come un “Libia 2”.
 
Alla fine l’unica cosa che appare chiara è la propaganda per affermare che si “fermeranno i migranti”. Nella realtà la cosa da una parte non sembra minimamente accadere, come dimostrano i numeri di questi mesi, dall’altra produce – vista la totale assenza di progettualità rivolte a chi desidera intraprendere il viaggio – l’ennesima edizione dell’esternalizzazione delle frontiere.
 
Alla fine, quel che accadrà, è facile da prevedere: si indirizzeranno fondi a regimi autoritari per poter dire che si “blocca l’immigrazione” mentre non si sperimentano quelle forme, come i canali d’accesso legali o i corridoi umanitari, che potrebbero davvero garantire la gestione trasparente e legale dei flussi.
 
Come se non bastasse, poi, tutto questo accade mentre la totale assenza di un vero piano nazionale di organizzazione dell’accoglienza, sta producendo un contesto molto duro da gestire per tante realtà locali, non solo di confine.
Anche per questo, come già annunciato, nei prossimi giorni avvieremo una serie di sopralluoghi per verificare sul campo le reali condizioni dell’accoglienza”.

Così in una nota Pierfrancesco Majorino, responsabile Politiche migratorie nella segreteria del PD.

Ultimi articoli

Correlati

La proposta di legge Schlein è un’opportunità: la destra la voti per avere più risorse per la sanità

L'esame della proposta di legge a prima firma Elly Schlein sulla Sanità alla Camera "è una bella opportunità. Questa è la prima e più forte preoccupazione degli italiani"

Zan: “L’Italia è l’ultimo Paese fondatore Ue senza una legge, la destra vigliacca tenta di nascondere la sua omotransfobia”

Difendere i diritti, la dignità e le vite delle persone lgbtqia+ significa anche difendere la nostra Costituzione. Noi ci siamo.

Giù le mani dalla 194: sul corpo delle donne decidono le donne

Difendiamo i nostri diritti contro una destra che tenta di smontare pezzo per pezzo la legge 194

L’aborto nella Carta dei diritti Ue, la destra vota contro e si schiera contro i diritti delle donne

Il diritto all'aborto sia aggiunto alla Carta dei diritti fondamentali dell'Ue: è quanto chiede l'Eurocamera. La destra vota contro

La destra sta restringendo la democrazia italiana: ormai è deriva orbaniana

La fotografia è quella di un Parlamento assoggettato al governo. Ciò che sta succedendo in queste ore è solo l'ennesima, drammatica conferma
spot_img