spot_img
spot_img
HomeDirittiMajorino: «Accoglienza diffusa: Roma...

Majorino: «Accoglienza diffusa: Roma collabori con i sindaci»

Un piano nazionale per l’accoglienza diffusa, un maggior sforzo sull’integrazione e una migliore ridistribuzione a livello europeo per gestire i migranti.
 
È la ricetta di Pierfrancesco Majorino, Responsabile nazionale PD delle Politiche migratorie, per uscire dall’emergenza degli sbarchi.
 
Lei è stato spesso a Lampedusa, cosa dice della visita di Meloni di ieri?
«Il vertice è stato più una risposta a Salvini che una necessità effettiva di cambiare rotta. Manca un piano nazionale di gestione di queste persone: il tappo di Lampedusa non si è creato solo per i tanti arrivi, ma soprattutto perché non sono ripartiti in modo equo. In questo momento non si può arrivare in Italia legalmente e quindi è inevitabile finire nelle mani dei trafficanti di uomini».
 
«Serve una collaborazione tra il governo e i sindaci, come dice anche il presidente Mattarella, perché prima di parlare di un necessario piano di redistribuzione a livello europeo, bisogna impostarne uno in Italia. Meloni parli con l’Anci. Oggi ci sono città, sia di confine come Trieste che grandi metropoli come Milano, che in solitudine stanno gestendo flussi enormi. Per esempio, il capoluogo lombardo gestisce 1.500 minori stranieri non accompagnati senza risorse e senza un solo addetto in più».

Ultimi articoli

Correlati

La proposta di legge Schlein è un’opportunità: la destra la voti per avere più risorse per la sanità

L'esame della proposta di legge a prima firma Elly Schlein sulla Sanità alla Camera "è una bella opportunità. Questa è la prima e più forte preoccupazione degli italiani"

Zan: “L’Italia è l’ultimo Paese fondatore Ue senza una legge, la destra vigliacca tenta di nascondere la sua omotransfobia”

Difendere i diritti, la dignità e le vite delle persone lgbtqia+ significa anche difendere la nostra Costituzione. Noi ci siamo.

Giù le mani dalla 194: sul corpo delle donne decidono le donne

Difendiamo i nostri diritti contro una destra che tenta di smontare pezzo per pezzo la legge 194

L’aborto nella Carta dei diritti Ue, la destra vota contro e si schiera contro i diritti delle donne

Il diritto all'aborto sia aggiunto alla Carta dei diritti fondamentali dell'Ue: è quanto chiede l'Eurocamera. La destra vota contro

La destra sta restringendo la democrazia italiana: ormai è deriva orbaniana

La fotografia è quella di un Parlamento assoggettato al governo. Ciò che sta succedendo in queste ore è solo l'ennesima, drammatica conferma
spot_img