spot_img
spot_img
HomeArchivioKiller di Berlino, Renzi:...

Killer di Berlino, Renzi: forze dell’ordine italiane tra le migliori al mondo
K

“Quando ho lasciato Palazzo Chigi ho rivolto un pensiero speciale alle forze dell’ordine e alle forze armate italiane. Non era un pensiero formale ma usciva dal cuore. Perché se c’è una cosa che ho imparato a apprezzare lavorando insieme in questi mille giorni è che i nostri uomini e le nostre donne in divisa hanno una qualità e una professionalità straordinarie. Sono tra i migliori al mondo anche se non sempre viene riconosciuto.

Quando oggi è arrivata la notizia dell’operazione di Sesto San Giovanni che ha portato al fermo e poi all’uccisione del killer di Berlino per me è stata semplicemente una conferma: i nostri uomini sono tra i migliori al mondo.
E del resto il fatto che in questi anni difficili Expo e Giubileo si siano svolti senza incidenti ne è una conferma lampante.
La morte di un uomo non è mai un evento da festeggiare, ma aver bloccato il killer, che pure era armato, era fondamentale. Grazie al ministro Minniti, al capo della polizia Gabrielli e a tutti quelli che hanno collaborato.

 

Ma grazie soprattutto agli agenti che sono intervenuti stanotte rischiando la vita e più in generale a tutte le forze dell’ordine: siamo orgogliosi di voi. Viva l’Italia!”

Lo scrive su Facebook il segretario Matteo Renzi.

 

“L’attenzione resta massima, le minacce non vanno sottovalutate ma quanto avvenuto stanotte dimostra ai cittadini che l’Italia c’e’, lo Stato c’e'”. Lo dichiara il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.


 

“Tutto il Paese deve essere grato alla pattuglia della Polizia di Stato che questa notte, a Sesto San Giovanni, Milano, ha fermato per un controllo il terrorista di Berlino Anis Amri. La loro professionalità e la loro prontezza nella rispondere al tentativo del criminale di sfuggire alla cattura, esplodendo contro di loro colpi di pistola, ha permesso di neutralizzare il gravissimo pericolo per tutti”.

 

CosìEmanuele Fiano, responsabile Sicurezza PD, che continua: “A nome del Partito democratico, mi recherò oggi stesso a visitare in ospedale l’agente ferito nello scontro a fuoco per esprimergli la nostra gratitudine e vicinanza. Contro il terrorismo islamico nessun Paese può considerarsi immune, ma l’Italia sta dimostrando capacita’ di prevenzione e professionalità. Ovviamente le indagini dei prossimi giorni serviranno a capire ilcontesto nel quale e’ maturata la presenza di Amri. Intanto, il nostro ringraziamento va a tutti i corpi dello Stato che, in un momento di allerta cosi’ significativo per il pericolo del terrorismo, trasmettono all’Italia dedizione professionalità e competenza”, conclude.

 

Ernesto Carbone, della segreteria nazionale del PD: “Complimenti alle Forze dell’Ordine italiane che questa notte a Sesto San Giovanni hanno fermato per un controllo il terrorista Anis Amris, autore della strage di Berlino. Esprimo tutta la mia vicinanza e solidarietà all’agente ferito, Cristian Movio, e alla sua famiglia. Queste occasioni mettono in evidenza in maniera chiara e netta la preparazione delle nostre Forze dell’Ordine, la loro prontezza e la loro professionalità nell’affrontare situazioni di questo tipo. Il mio pensiero e il mio ringraziamento va ancora a tutti quegli agenti che ogni giorno rischiano la loro vita per garantire la sicurezza del nostro Paese. Un ringraziamento speciale anche al ministro dell’Interno Marco Minniti e al capo della Polizia Franco Gabrielli”.

 

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img