spot_img
spot_img
HomeEconomia e lavoroGuerra: "Penalizzati 3,5 milioni...

Guerra: “Penalizzati 3,5 milioni di lavoratori, il Pil frena perché calano i consumi”

Puntare sulla contrattazione collettiva invece che sul salario minimo, come ritiene il CNEL, è “una scelta di campo, peraltro supportata da una lettura capziosa della direttiva europea, che non fa una scala di priorità tra contrattazione e salario minimo.
 
In molti Paesi sono due strumenti sinergici, nella nostra proposta di legge non sono certo in contrapposizione. Poi si continua a sostenere, cito testualmente, che la soglia dei 9 euro lordi sia ‘inferiore alle tariffe orarie minime desumibili da quasi tutti i contratti collettivi, se letti nella loro totalità e complessità (non fermandosi cioè solo alla paga base o minimo tabellare). Un’affermazione senza senso. La nostra proposta riferisce i 9 euro lordi proprio al minimo tabellare. Con il nostro parametro sono molti di più i contratti che non rispettano la retribuzione minima ipotizzata e interessano, come abbiamo sempre detto, 3 milioni e mezzo di lavoratori”.
 
Così in una intervista a La Stampa la responsabile Lavoro del PD, Maria Cecilia Guerra.
 
Il salario minimo è un punto da cui partire perché dà più forza ai lavoratori“, sostiene Guerra, per la quale “la maggioranza vuole allungare i tempi perché non ha il coraggio di dire no in Parlamento. Cercheranno di aggirare il problema, puntando su qualche agevolazione fiscale, con le poche risorse a disposizione. Ma sono due ambiti diversi, il punto è che la svalutazione dei salari impoverisce la nostra economia, lo vediamo nella Nadef: il Pil è debole anche perché soffre la domanda interna. In altri Paesi, il salario minimo ha portato un aumento della produttività”, conclude la responsabile Lavoro del PD.

Ultimi articoli

Correlati

Conferenza nazionale per l’industria e il lavoro. Relazione di Antonio Misiani

Appunti introduttivi di Antonio Misiani, Torino 12 maggio 2024

Schlein: “Salario minimo sempre più urgente per alzare gli stipendi più fermi in Europa”

La segretaria dem al Manifesto: "Drammatici i dati su povertà e salari, siamo al fianco dei lavoratori. Per Meloni sarà difficile bocciare la legge di iniziativa popolare"

Contro povertà e crollo dei salari, salario minimo subito

I dati Istat di oggi denunciano il crollo verticale dei salari a fronte di crescita dei prezzi e aumento della povertà assoluta. Il governo non può continuare a voltare la faccia
00:00:00

Conferenza nazionale per l’industria e il lavoro, un piano industriale per l’Italia

In diretta da Torino l'appuntamento conclusivo della serie di eventi tenutasi in tutta Italia, da Genova a Terni, da Catania a Roma. Conclude la segretaria dem Elly Schlein

Abolizione degli stage gratuiti: la battaglia del Pd in Parlamento

"Con gli stage gratuiti non paghi l’affitto", Elly Schlein presenta la proposta di legge.
spot_img