spot_img
spot_img
HomeRiformeAlfieri: "Il Parlamento sarà...

Alfieri: “Il Parlamento sarà più debole. Per il PD la soluzione è la sfiducia costruttiva”

Con il premierato l’Italia “la si fa regredire. Siamo in presenza di un complesso pasticciato di norme che scassa la Repubblica parlamentare e serve come arma di distrazione di massa per sviare l’attenzione e coprire le mancate risposte sui problemi economici e sociali del Paese”.
 
Lo dice a la Repubblica il senatore Alessandro Alfieri, responsabile per le Riforme del PD.
 
“Una tipica soluzione all’italiana – dice ancora – che oltre a stravolgere l’equilibrio tra premier e Capo dello Stato, non affronta la vera emergenza istituzionale: l’abuso della decretazione d’urgenza”.
 
Sulla norma anti-ribaltone, “se il premier cade o si dimette, il Colle deve conferire l’incarico o allo stesso premier o a un altro parlamentare della medesima maggioranza che però non è stato eletto direttamente dal popolo. Un’incoerenza totale”.
 
La proposta dem era “la sfiducia costruttiva, presente sia nel sistema spagnolo sia in quello tedesco che hanno dato prova di ben funzionare, regalando stabilità agli esecutivi. Insieme a una legge elettorale che superi le liste bloccate e restituisca ai cittadini la libertà di scegliersi i rappresentanti. Il Pd aveva dato la sua disponibilità a lavorare a un testo condiviso, in cambio dello stop all’autonomia differenziata. La maggioranza invece non solo non intende fermarsi sull’autonomia, ma non è venuta incontro a nessuna richiesta. Siamo pronti a dare battaglia, in Parlamento e nelle piazze”.

Ultimi articoli

Correlati

No al premierato, autocrazia che minaccia la tenuta democratica

Contro "la madre di tutte le riforme" in salsa Meloni il Pd è impegnato nello scontro parlamentare, emendamento su emendamento, e sarà in piazza il 2 giugno

Il 2 giugno in piazza a Roma per la Costituzione e l’Europa federale

Schlein: Usiamo i nostri corpi e le nostre voci per fare muro contro premierato e autonomia differenziata

La destra sta restringendo la democrazia italiana: ormai è deriva orbaniana

La fotografia è quella di un Parlamento assoggettato al governo. Ciò che sta succedendo in queste ore è solo l'ennesima, drammatica conferma

Sul premierato totale confusione sotto il cielo della maggioranza

Cronache surreali dalla commissione Affari Costituzionali del Senato. Una riforma che stravolge la Costituzione, si fermino

Come fermare la riforma Calderoli, il tradimento di ciò che siamo

Cuperlo su Domani: Questo modello di autonomia non fa bene all’Italia: quattro telegrammi e due idee per opporsi a un progetto che rischia di sfasciare il paese
spot_img