spot_img
spot_img
HomeNotizieSchlein: "Strage fascista, e...

Schlein: “Strage fascista, e chi non lo riconosce non ricopra incarichi istituzionali di nessun tipo”

“Lo abbiamo detto in piazza di fronte alla stazione solo qualche giorno fa, il 2 agosto, in occasione dell’anniversario della strage di Bologna: non accettiamo ulteriori depistaggi e tentativi di riscrivere la storia, negando le evidenze processuali per cui l’associazione dei familiari delle vittime si è tanto battuta e la Procura di Bologna e le forze dell’ordine hanno lavorato in questi anni. Tantomeno se questi tentativi ignobili arrivano dal portavoce del Presidente della Regione Lazio: servono dimissioni immediate.

“Se non riescono a farlo i vertici della Regione Lazio, sia la Presidente del Consiglio Giorgia Meloni a prendere provvedimenti immediati. È grave che Meloni il giorno della commemorazione non sia riuscita a dire che quella di Bologna sia stata una strage neofascista, sarebbe gravissimo se continuasse a permettere ai suoi sodali di stravolgere la verità processuale. Ponga fine, una volta per tutte, a questa scellerata aggressione alla storia del ‘900.

“Le evidenze processuali dimostrano che è stata una strage di matrice fascista commessa da organizzazioni neofasciste, con un disegno eversivo, facilitato da apparati deviati dello Stato. E se qualcuno fatica a riconoscerlo non è adatto a ricoprire incarichi istituzionali di nessun tipo.

Lo afferma la segretaria del Pd Elly Schlein.

Ultimi articoli

Correlati

Aree Interne: Pd, anziché fare quiz, Fitto risponda alle domande e sblocchi i finanziamenti

“Dopo quasi due anni dalla nascita del Governo Meloni, qualcosa si muove sul fronte della Strategia Nazionale Aree...

I bambini in carcere sono una vergogna da cancellare

I parlamentari Pd in visita a Rebibbia: i nostri emendamenti al decreto carceri per umanizzare le carceri e liberare finalmente i bambini

Per le aggressioni neofasciste troppa impunità. Con la destra al potere escalation di violenza

Schlein: "Solidarietà e vicinanza al cronista Joly. Cos'altro aspettiamo per sciogliere le organizzazioni neofasciste? Meloni intervenga"

La divisione del governo italiano su Von der Leyen mostra la sua totale irrilevanza

La segretaria Schlein in piazza a Genova con le altre opposizioni: "Cosa aspetta Meloni a chiedere le dimissioni di Toti?"

Schlein: Sulla sanità Meloni dia risposte e si ricordi che è al governo

La segretaria del Pd replica a Ciriani: "Il ministro lavori per trovare soluzioni condivise. La nostra proposta è semplice, e resta sul tavolo"
spot_img