spot_img
spot_img
HomeNotizieSchlein: «Le opposizioni trovino...

Schlein: «Le opposizioni trovino intese. Unirci è un dovere morale»

L’opposizione è divisa e non può presentarsi di fronte agli italiani sostenendo di essere un’alternativa all’attuale maggioranza di governo.

La segretaria del Partito Democratico, Elly Schlein, in un’intervista a “Domani” spiega che non solo è possibile trovare un comune denominatore per non sembrare un’Armata Brancaleone ma che è “necessario. Dopo la sconfitta subita a settembre 2022, e dopo quelle delle regionali e ai ballottaggi delle comunali, io sento questa responsabilità. Spero che la sentano anche gli altri. Servono sinergie. Sulla difesa della sanità pubblica: se un governo non mette le risorse sufficienti neanche per combattere l’inflazione vuol dire che sceglie di tagliare i servizi alle persone, e di lasciare ancora più in ginocchio chi non può permettersi la sanità privata”.

“Su questo terreno – argomenta – sono convinta che si può lavorare con le altre forze d’opposizione. Il PD oggi ha una piattaforma chiara: limitare il lavoro a termine, il governo Meloni va nella direzione opposta. Serve una legge sulla rappresentanza che spazzi via i contratti pirata. Serve il salario minimo, perché sotto una certa soglia si chiama sfruttamento. Anche sull’attuazione del Pnrr ci può essere un forte convergenza, sugli investimenti al Sud, in quelli nell’economia sociale e della cura”.

Di tutte le cose non ce n’è una su cui le altre forze non sono d’accordo: “Allora è un dovere morale verso l’Italia costruire un’alternativa alla destra. Partendo non dalle differenze ma dalle cose che abbiamo in comune“.

Ma persino nel suo partito ci sono visioni opposte: non è piaciuto che la segretaria sia andata al corteo M5s: “Le differenze ci sono, ma vogliamo lasciare che ci impediscano di stare insieme? Davanti a un governo che colpisce così duramente le fasce più deboli, è la responsabilità maggiore che abbiamo. Mi invitano in una piazza contro la precarietà? Ci sarò. Vuol dire che cambio idea sull’Ucraina? No, il PD ha sempre avuto una posizione chiara di supporto all’Ucraina ma accanto a questo dice: non disperdiamo l’idea di un cessate il fuoco e di una pace giusta, una forza di sinistra non può dismettere la parola pace”.

“Se domani – conclude Schlein – mi invitasse Calenda a una sua manifestazione ci andrei, ma non cambierei idea sul sindaco di Italia, che è un’idea sbagliata. Ripeto, l’opposizione ha sfumature diverse, ma possiamo essere uniti per far scoppiare le contraddizioni enormi che ci sono in questa maggioranza”.

Ultimi articoli

Correlati

Schlein: “Con Meloni e Le Pen i popolari tradiscono la Ue”

La segretaria dem a La Stampa: Non vedo la differenza tra l'Afd e Zemmour. Meloni dopo di lui è pronta ad accogliere Orban e Le Pen?

No al premierato, autocrazia che minaccia la tenuta democratica

Contro "la madre di tutte le riforme" in salsa Meloni il Pd è impegnato nello scontro parlamentare, emendamento su emendamento, e sarà in piazza il 2 giugno

La proposta di legge Schlein è un’opportunità: la destra la voti per avere più risorse per la sanità

L'esame della proposta di legge a prima firma Elly Schlein sulla Sanità alla Camera "è una bella opportunità. Questa è la prima e più forte preoccupazione degli italiani"

Congedo paritario pagato al 100% per entrambi i genitori

Schlein: "La destra al Governo parla tanto di famiglie tradizionali, ma non fa nulla per tradurre la sua retorica in realtà"

Zan: “L’Italia è l’ultimo Paese fondatore Ue senza una legge, la destra vigliacca tenta di nascondere la sua omotransfobia”

Difendere i diritti, la dignità e le vite delle persone lgbtqia+ significa anche difendere la nostra Costituzione. Noi ci siamo.
spot_img