spot_img
spot_img
HomeImmigrazioneSchlein: da un anno...

Schlein: da un anno chiediamo verità e giustizia su Cutro

“Non possiamo cancellare dalla mente le immagini devastanti del naufragio di Cutro: i cadaveri sulla spiaggia, il legno blu del barcone che è diventato una croce, le scarpette sulla sabbia, i fiori lasciati dagli abitanti. Cosa è cambiato dopo l’orrore di un anno fa? I sopravvissuti combattono ancora per i permessi di soggiorno o per riunirsi a quello che resta delle loro famiglie dopo avere lottato anche per il rientro in patria delle salme dei loro cari”. Lo afferma, in una nota, il vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria, Franco Iacucci, del Pd. “Molti di quei migranti morti nel naufragio di quella notte terribile – aggiunge – sono rimasti senza nome. Vincenzo Luciano, il pescatore che per primo è arrivato sulla spiaggia di Steccato, pensa ancora al bambino che non è riuscito a salvare. Il naufragio di Cutro rappresenta una ferita ancora aperta, un trauma collettivo”.

A ricordare quella strage, a omaggiare quei morti, dopo un anno, sulla spiaggia di Cutro è andata la segretaria del PD, Elly Schlein. “Come è stato possibile che queste 94 persone siano annegate nonostante le segnalazioni, come è stato possibile vedere 34 bambini annegare, come è stato possibile che non siano usciti i mezzi piú adeguati per salvarli?” ha detto Schlein, aggiungendo “è molto doloroso dopo un anno dover fare ancora queste domande”. La segretaria Schlein, al corteo della rete 26 febbraio, ha ricordato gli impegni non mantenuti dall’esecutivo. “Siamo qui – ha detto – per chiedere verità e giustizia e perché dal governo non sono ancora arrivate risposte” su quanto accaduto quella notte tra il 25 e 26 febbraio dello scorso anno e per chiedere di “mantenere le promesse fatte ai superstiti e ai familiari delle vittime”.

Ultimi articoli

Correlati

La tessera 2024 del Pd è dedicata a Enrico Berlinguer

'Casa per casa, strada per strada', è il claim scelto dal Partito democratico per la nuova campagna di tesseramento

Voto in condotta e giudizi sintetici: no alla scuola repressiva e autoritaria

Il ddl Valditara rivela un'idea repressiva e puntiva della scuola e ci riporta indietro di decenni

Strage di Cutro, vogliamo la verità

Chiediamo la piena verità e che sia fatta piena giustizia. Lo dobbiamo alle vittime, ai loro familiari e al rispetto che abbiamo per la storia di accoglienza del nostro Paese
00:00:00

Ridiamo valore all’università: più diritto allo studio, meno telematiche

Un appuntamento organizzato dal Dipartimento Università e Ricerca del Pd, a cui interverrà anche la segreteria del Partito Democratico Elly Schlein

Mahmoud: da Laboratorio di Frascati l’impulso alla partecipazione politica contro l’astensionismo

Fornire una cassetta degli attrezzi per affrontare le campagne elettorali per le europee e per le amministrative
spot_img