spot_img
spot_img
HomeNotizieSul salario minimo la...

Sul salario minimo la presidente Meloni agita paure totalmente infondate

“Come un disco rotto, da mesi e mesi, la presidente Meloni ripropone come unico argomento contro il salario minimo legale il timore che la sua introduzione penalizzi i lavoratori, schiacciando la contrattazione sui livelli più bassi. Un timore totalmente privo di fondamento. Lo sappiamo dai 30 paesi su 38 dell’Ocse che hanno introdotto il salario minimo, senza che si verificasse alcuna ecatombe nella scala delle retribuzioni. Paesi in cui il salario minimo ha invece difeso con efficacia i salari più bassi dall’inflazione e ridotto il gap salariale fra uomini e donne.



Ma la Meloni continua anche a fingere di non capire che la nostra proposta è tutelante per tutti i lavoratori, non solo quelli delle fasce più deboli. Richiede sì che nessun contratto possa imporre un minimo tabellare inferiore ai 9 euro lordi, ma impone anche che alle lavoratrici e ai lavoratori di qualsiasi settore sia riconosciuto il trattamento economico complessivo deciso dai contratti collettivi siglati dalle associazioni datoriali e sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale. L’impresa che volesse cercare di schiacciare i suoi lavoratori sul salario minimo, come dice di temere la presidente del consiglio, non potrebbe farlo, perché, anche se firmasse un contratto con sigle sindacali compiacenti o pirata, non potrebbe abbassare i salari rispetto a quelli previsti dai contratti rappresentativi. Su questo la presidente è d’accordo? Non le sembra un buon modo per “rafforzare la contrattazione” come dice spesso di volere fare?”

Così in una nota Maria Cecilia Guerra, responsabile Lavoro nella segreteria nazionale del Pd.

Leggi e sottoscrivi la proposta di legge di iniziativa popolare sul salario minimo

Ultimi articoli

Correlati

Sciogliere i movimenti di matrice fascista: oggi il Pd al presidio a Roma

Quanto dobbiamo aspettare perché Piantedosi faccia il suo dovere?

Schlein: Intollerabile e ignobile il silenzio del governo sulla tragedia di Roccella Ionica

I racconti dei soccorritori di Medici senza frontiere lasciano atterriti eppure, per il governo, sono morti invisibili, senza peso

Bonaldi: Efficienza nella P.A. è umanizzare i servizi. Il digitale è strumento e non fine

Intervento di Stefania Bonaldi, Delegata della segreteria nazionale PD a P.A. e Innovazione, al Convegno “Intelligenza artificiale e P.A.: prospettive ed opportunità”

Giù le mani dai corpi delle donne, sia in pace che in guerra!

Mori: Nella Giornata ONU per il contrasto della violenza sessuale nei conflitti è necessario rinnovare l’impegno per un cambio di paradigma culturale

Il ddl Calderoli è legge. Schlein: la nostra battaglia continua

Il ddl Calderoli è legge. FdI si piega al disegno secessionista della Lega, diventando Fratelli di Mezza Italia, o Brandelli d'Italia
spot_img