spot_img
spot_img
HomeGiustiziaRiforma Nordio, Serracchiani: "Contraddizioni,...

Riforma Nordio, Serracchiani: “Contraddizioni, limiti e pericoli”

“E’ una riforma piena di contraddizioni. L’inappellabilità delle sentenze di assoluzione ha profili di incostituzionalità; la previsione che sulla custodia cautelare decida un collegio è irrealistica e infatti la sua entrata in vigore è prevista fra due anni e metterà in grande difficoltà i piccoli tribunali; il contraddittorio anticipato prima dell’adozione di misure cautelari appare di difficile attuazione”, inizia così Debora Serracchiani, responsabile giustizia Pd, la sua intervista al Corriere, parlando della riforma Nordio.

Sul tema delle intercettazioni Serracchiani spiega: “Le riforme degli ultimi anni hanno già fortemente ridotto la diffusione delle intercettazioni. Resta il dubbio che questa ulteriore previsione freni, più che la diffusione, il diritto di cronaca e di informazione”.

Serracchiani illustra le proposte del PD sull’abuso di ufficio: “Nel 2020 abbiamo voluto un intervento che ha profondamente modificato l’abuso d’ufficio con effetti già visibili (meno rinvii a giudizio, più archiviazioni, meno condanne). Non ci siamo fermati a questo e da mesi incalziamo il governo sulle proposte di modifica del Testo unico degli Enti locali per rivedere complessivamente la responsabilità degli amministratori e modificare la legge Severino”, e chiude “La nostra opposizione sarà come sempre nel merito. Auspichiamo che il ministro ascolti alcuni dei nostri suggerimenti”.

Intervista integrale sul Corriere

Ultimi articoli

Correlati

Decaro: “Il record di voti non l’ho visto arrivare. Il Sud punisce il governo perché non dice la verità”

Il sindaco di Bari a Repubblica: "L'unico modo che conosco per guadagnare consenso è studiare, mantenere più che promettere, cercando di dire sempre la verità"

Bonaccini: “Ha vinto la squadra. Mai il Pd così unito”

Il presidente dem a QN: "Mai come ora il Pd è stato presente nei luoghi dove si discute e ci si confronta guardando negli occhi le persone"

Schlein: “Abbiamo riportato il Pd tra la gente e restituito la speranza a chi l’aveva perduta”

Elly Schlein in una intervista a Repubblica commenta il voto delle europee parlando di risultato "straordinario"

Il Pd diventa la prima delegazione nel gruppo dei Socialisti Ue

La riunione per la costituzione del gruppo è prevista per il prossimo 25 giugno

Europee 2024, Braga: “Il Pd rinasce come perno dell’alternativa di Governo”

La sinistra italiana sembra aver ritrovato la sua anima e una nuova energia per affrontare le sfide future
spot_img