spot_img
spot_img
HomeCultura e informazione"Basta propaganda e attacchi...

“Basta propaganda e attacchi al giornalismo d’inchiesta. Occorre liberare la Rai”
"

“Basta con il servizio pubblico svilito a fare propaganda del governo e basta attacchi al giornalismo in inchiesta”. Elly Schlein imbraccia il megafono da una panchina di fronte ai cancelli di Viale Mazzini per lanciare la battaglia contro Telemeloni, in un presidio al quale erano presenti centinaia di persone. Il primo passo di una protesta che non si fermerà qui, perché la tv pubblica e il Tg1 hanno perso ormai qualsiasi autorevolezza. “In Rai sono accaduti fatti tra il grottesco e il vergognoso”, attacca citando il titolo del notiziario della rete ammiraglia nel quale si mettevano insieme l’annuncio della misura governativa dei 1000 euro ai pensionati e la data delle elezioni europee e poi ancora il servizio sulla pasta mangiata nello spazio, con l’intervento del ministro Francesco Lollobrigida, andato in onda prima di quello sull’intervento del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella sulla shoah.

“Cosa è rimasto del TG più autorevole? E non va meglio nelle altre reti”, sottolinea, prima di annunciare la volontà di “lavorare insieme alla riforma” appena sarà approvato il Media Freedom Act. Sulle stessa linea gli interventi degli altri partiti presenti, da Italia Viva a +Europa, mentre il Movimento 5 stelle ha deciso di non manifestare.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da elly schlein (@ellyesse)

“Telemeloni purtroppo c’è, e mette a rischio la libertà di informazione nel nostro Paese”, ha aggiunto il responsabile Informazione Sandro Ruotolo. “Noi, come Partito Democratico, pensiamo che occorra liberare la Rai, riformandola, dall’ingerenza dei partiti. Azzerata l’opposizione e il Partito Democratico sui Tg, assistiamo ad una costante pubblicità ingannevole da parte di chi dovrebbe fare informazione e invece fa propaganda per il Governo. In un Paese democratico è l’informazione a criticare il potere e non viceversa. L’opinione pubblica ha il diritto di essere correttamente informata. Noi abbiamo il dovere di garantire l’Articolo 21 della Costituzione”.

Ultimi articoli

Correlati

Nicolas Schmit: “Il vento sta cambiando, andiamo a vincere”

"Prendiamo ispirazione dal grande risultato ottenuto in Sardegna. Grazie Elly: è vero, il vento sta cambiando. Andiamo a...

A Gaza orrore senza fine: cessate il fuoco subito

Questo massacro di civili deve finire. Lo chiediamo da ottobre

“Noi portiamo qui la famiglia Pse in Congresso, altri gli amici di Putin”

Il Pse è l'unico argine per l'avanzata delle destre e per evitare che l'Europa si chiuda e guardi all'indietro

Il silenzio di Meloni sui fatti di Pisa è una manganellata alla libertà di espressione

Matteo Mauri interviene in Aula dopo le comunicazioni del ministro dell'Interno Matteo Piantedosi sui fatti di Pisa

Bersani: “La sinistra deve fare un passo avanti, sarà un problema serissimo per la destra”

Cominciamo a dire chiaramente che noi siamo l'alternativa, poi ci battezzeremo con un nome quando sarà ora della battaglia
spot_img