spot_img
spot_img
HomeDirittiImmigrazione: Majorino, Dalla destra...

Immigrazione: Majorino, Dalla destra scelte scellerate per alimentare irregolarità e sfruttamento

“La scelta della destra sull’immigrazione è una scelta sciagurata. Fratelli d’Italia e Lega vogliono alimentare irregolarità e forme di sfruttamento dei migranti per poi gridare all’allarme sociale e per confidare nel diffondersi della sensazione di insicurezza generata dall’aumento delle persone che finirebbero inevitabilmente per strada.

Altrimenti non si spiega la totale chiusura di queste ore nei confronti dei sindaci, dei rappresentanti delle istituzioni e del terzo settore che esortano a cambiare orientamento sul terreno della sostanziale soppressione della protezione speciale. Non solo. La destra italiana chiacchiera di strategie europee ma proprio al Parlamento europeo in questi mesi non ha mai sostenuto i tentativi di affermare i principi della redistribuzione obbligatoria della responsabilità dell’accoglienza, facendo gli interessi di Orban e non quelli di una gestione seria e ponderata del fenomeno. Noi daremo battaglia e lo faremo non solo in Parlamento, come sta avvenendo in queste ore ma anche nella società”.

Così in una nota Pierfrancesco Majorino, responsabile Politiche migratorie nella segreteria del Pd.

Ultimi articoli

Correlati

Piazza della Loggia: 50 anni di depistaggi e verità nascoste

Sempre, con fierezza, in nome dell’antifascismo e dei valori della nostra Repubblica, contro ogni forma di violenza politica, continuiamo a chiedere giustizia e verità

Inaccettabile quello che è accaduto a Rafah. Bisogna fermare la follia di Netanyahu

Subito cessate il fuoco e riconoscimento dello Stato di Palestina

Perché Toti si deve dimettere subito

La Liguria non merita di rimanere immobilizzata dalla mancanza di responsabilità del governo Meloni

Schlein: “Con Meloni e Le Pen i popolari tradiscono la Ue”

La segretaria dem a La Stampa: Non vedo la differenza tra l'Afd e Zemmour. Meloni dopo di lui è pronta ad accogliere Orban e Le Pen?

No al premierato, autocrazia che minaccia la tenuta democratica

Contro "la madre di tutte le riforme" in salsa Meloni il Pd è impegnato nello scontro parlamentare, emendamento su emendamento, e sarà in piazza il 2 giugno
spot_img