spot_img
spot_img
HomeSegreteriaImmigrazione, Bonafoni: "A Rosarno...

Immigrazione, Bonafoni: “A Rosarno una situazione vergognosa e insostenibile”
I

La situazione a Rosarno, denunciata in questi giorni da Medici per i Diritti Umani (MEDU), con migranti e richiedenti asilo costretti a vivere in condizioni disumane a poca distanza dal Villaggio della Solidarietà “fantasma”, è emblematica di come l’accoglienza viene gestita da troppo tempo nel nostro Paese.

Paradossale che negli scorsi anni proprio in questa area siano stati recuperati e ristrutturati diversi immobili che erano nella disponibilità della criminalità organizzata, proprio per dare un alloggio dignitoso a persone giunte nel nostro Paese e stabilitisi regolarmente in quell’area. Immobili chiusi e vuoti mentre i migranti sono costretti a vivere nei container e nelle baracche, in condizioni igienico sanitarie inaccettabili, sfruttati e impiegati in nero nella raccolta degli agrumi.

È una situazione che chiede un intervento deciso da parte delle istituzioni. E un cambiamento radicale del modello di accoglienza.

La dignità umana deve venire prima di tutto: è questo il principio che deve prevalere sempre, anche e soprattutto quando si parla di migranti, come abbiamo ribadito proprio negli ultimi giorni, nel corso della Conferenza nazionale del Partito Democratico sull’immigrazione”.

Così in una nota Marta Bonafoni, coordinatrice della segreteria nazionale del Partito Democratico e responsabile Terzo Settore e associazionismo.

Ultimi articoli

Correlati

Ex Ilva, Misiani: “Speriamo il commissariamento non sia fatto sulla pelle lavoratori”

“Dopo mesi e mesi di incertezze e di divisioni all’interno del governo Meloni, il commissariamento della ex Ilva...

Una ferita quel voto in Veneto. Sul fine vita il Pd darà battaglia

Sintesi della lettera di Alessandro Zan al direttore de la Repubblica

Misiani: “Meloni svende asset strategici senza idee per il futuro”

"Pochi, maledetti e subito. Questa è l'unica, vera motivazione del piano di privatizzazioni del governo Meloni. Nessun disegno...

Fisco, Misiani: “Il concordato legittima di fatto l’evasione fiscale”

Il concordato preventivo biennale approvato è persino peggiore della già discutibile versione iniziale

Concordato biennale, Guerra: “Dal governo una resa indecorosa agli evasori fiscali”

Che avrà come unico esito quello di spingere all’inaffidabilità anche i contribuenti che oggi sono considerati affidabili
spot_img