spot_img
spot_img
HomeNotizieIlva, Schlein: “Governo non...

Ilva, Schlein: “Governo non vuole decarbonizzazione e condanna Taranto”

“L’emendamento che il governo ha presentato in Senato al decreto Infrazioni sull’Ilva conferma che la destra di Meloni e Fitto non vuole la decarbonizzazione a Taranto ma vuole piegare la città, che non si è mai piegata, agli interessi dell’attuale gestione degli stabilimenti siderurgici. Il PNRR stanzia un miliardo per la decarbonizzazione dell’ex Ilva di Taranto. Ora Fitto, con questo emendamento, dimostra che il governo non ha alcuna intenzione di ascoltare la volontà  del territorio, delle parti sociali, dei lavoratori e delle famiglie. Così si rischia di far saltare un percorso di riconversione produttiva che poteva garantire, grazie alle risorse del PNRR, la rinascita economica, sociale e ambientale di Taranto. Il governo così condanna la città a non costruirsi un futuro che trovi finalmente equilibrio tra diritto al lavoro, diritto alla salute, e contrasto all’emergenza climatica. Contro questa scelta la nostra battaglia in Parlamento e sul territorio sarà durissima”.

Ultimi articoli

Correlati

Inaccettabile quello che è accaduto a Rafah. Bisogna fermare la follia di Netanyahu

Subito cessate il fuoco e riconoscimento dello Stato di Palestina

Perché Toti si deve dimettere subito

La Liguria non merita di rimanere immobilizzata dalla mancanza di responsabilità del governo Meloni

Schlein: “Con Meloni e Le Pen i popolari tradiscono la Ue”

La segretaria dem a La Stampa: Non vedo la differenza tra l'Afd e Zemmour. Meloni dopo di lui è pronta ad accogliere Orban e Le Pen?

No al premierato, autocrazia che minaccia la tenuta democratica

Contro "la madre di tutte le riforme" in salsa Meloni il Pd è impegnato nello scontro parlamentare, emendamento su emendamento, e sarà in piazza il 2 giugno

La proposta di legge Schlein è un’opportunità: la destra la voti per avere più risorse per la sanità

L'esame della proposta di legge a prima firma Elly Schlein sulla Sanità alla Camera "è una bella opportunità. Questa è la prima e più forte preoccupazione degli italiani"
spot_img