spot_img
spot_img
HomeEconomia e lavoroContratti, Guerra: "Inflazione non...

Contratti, Guerra: “Inflazione non ricada solo su spalle dei lavoratori”

“Lo sciopero unitario delle lavoratrici e dei lavoratori del settore legno e arredo, proclamato per oggi  da Fillea Cgil, Filca Cisl e  Feneal Uil, solleva un problema che non può essere ignorato, né in questo né nei tanti altri settori che devono affrontare i rinnovi contrattuali: il peso dell’inflazione non può ricadere unicamente sulle spalle, già molto provate, dei lavoratori.”

Lo dichiara Maria Cecilia Guerra, responsabile Lavoro nella segreteria del Partito Democratico.

“Ciò  è particolarmente vero per un settore, come quello del legno e arredo, caratterizzato da una forte crescita del fatturato e dei profitti e che ha anche potuto godere di un sostegno pubblico, confermato e ampliato nella ultima legge di bilancio, sotto forma di detrazioni per l’acquisto di mobili. La volontà manifestata dalla parte datoriale, FederLegno Confindustria, di non volere procedere al rinnovo di un contratto già scaduto e di non volere accettare la reiterazione del meccanismo di difesa dei salari dall’inflazione, già previsto nel precedente contratto, appaiono privi di ogni giustificazione.”

Ultimi articoli

Correlati

Bonaccini: “Volevamo un’altra autonomia, questa legge è sbagliata e divisiva”

"Basta leggere i documenti per capire che rispetto al nostro progetto si tratta di due proposte diametralmente opposte"

Sciogliere i movimenti di matrice fascista: il Pd al presidio a Roma

Quanto dobbiamo aspettare perché Piantedosi faccia il suo dovere?

Schlein: “Intollerabile e ignobile il silenzio del governo sulla tragedia di Roccella Ionica”

I racconti dei soccorritori di Medici senza frontiere lasciano atterriti eppure, per il governo, sono morti invisibili, senza peso

Bonaldi: Efficienza nella P.A. è umanizzare i servizi. Il digitale è strumento e non fine

Intervento di Stefania Bonaldi, Delegata della segreteria nazionale PD a P.A. e Innovazione, al Convegno “Intelligenza artificiale e P.A.: prospettive ed opportunità”

La morte di Satnam Singh è un atto bestiale. Schlein: “Ucciso da sfruttamento e disumanità”

Il governo metta in campo una mobilitazione vera di mezzi. A Latina serve un impegno collettivo per contrastare agromafia
spot_img