spot_img
spot_img
HomeAmbienteCaccia, Corrado: Le proposte...

Caccia, Corrado: Le proposte della Lega sono irricevibili, daremo battaglia a tutela ecosistema e biodiversità
C

“Alla Lega di Salvini non basta nemmeno il novecento, vogliono tornare alle caverne. Il rombo dei motori a combustione, la velocità, le armi cariche sempre a portata di mano sembrano essere l’ossessione del Governo, mentre le persone non arrivano alla fine del mese e avrebbero bisogno di qualcuno con una visione del Paese da mettere a disposizione.

Che poi a rimetterci siano la sicurezza delle nostre città, la vivibilità delle stesse, la salute o la tutela dell’ecosistema poco cambia: l’importante, da una parte, è la propaganda, e, dall’altra, la campagna elettorale permanente che strizza l’occhio ad alcune categorie perdendo totalmente di vista l’interesse comune.

E’ il caso della proposta di legge Bruzzone, per la quale la Lega sta imponendo un iter parlamentare a tappe forzate, che tenta di far saltare venti anni di lavoro paziente nella tutela dell’ecosistema e della biodiversità, mandando il Paese a sbattere contro procedure di infrazione europee. Procedure (come quella sulla direttiva uccelli) già avviate a normativa vigente, per le quali ancora non sono, ad oggi, chiare le osservazioni della Commissione Europea.

La legge contiene una serie di proposte irricevibili e anti-costituzionali, a partire dal depotenziamento dell’istituto ISPRA, baluardo dell’approccio scientifico applicato a situazioni di enorme complessità, passando per la deregulation totale dei calendari venatori, che finirebbero in mano alle Regioni e sarebbero “blindati”, impedendo di fatto la possibilità di ricorrere al TAR da parte delle associazioni e della società organizzata. Rigettiamo totalmente questo approccio e daremo battaglia perché le istanze dell’ambientalismo scientifico, del rispetto della costituzione, delle direttive europee, della salvaguardia degli ecosistemi vengano messe al centro di ogni possibile programmazione e legiferazione, sia che sia di revisione/integrazione della normativa esistente, sia che riguardi nuove proposte.”

Così in una nota Annalisa Corrado, responsabile Conversione ecologica, clima, green economy e Agenda 2030 nella segreteria nazionale del Pd.

Roma, 1 febbraio 2024

Ultimi articoli

Correlati

Al via finalmente il processo Regeni: una giornata importante

Noi continuiamo a stare a fianco della famiglia nella ricerca di verità e giustizia
02:54:43

Acqua e terra nella crisi climatica. Una nuova governance per il territorio

Seminario a cura del dipartimento Conversione ecologica, Clima, Green Economy e Agenda 2030 del Partito Democratico
00:54:55

Direzione Pd, la relazione di Elly Schlein: “Senza di noi nessuna alternativa alla destra”

Direzione nazionale del Partito Democratico, la relazione introduttiva della Segretaria Elly Schlein. Crollo Firenze: serve nuova cultura del lavoro "Il...

La sicurezza dei lavoratori prima di tutto: basta sub appalti a cascata

L'idea della segretaria dem: "Chiediamo si estenda anche al privato l'obbligo di utilizzo del contratto edile"

Sensi: “La morte di Navalny come il delitto Matteotti”

"Speriamo che sia un momento di presa di consapevolezza e smuova le coscienze". Sintesi dell'intervista a Filippo Sensi su Repubblica
spot_img