spot_img
spot_img
HomeArchivioVolevamo braccia, sono arrivati...

Volevamo braccia, sono arrivati uomini

Volevamo braccia, sono arrivati uomini“. A partire da questa frase ieri abbiamo discusso di Italia e di quanto l’immigrazione sia un fattore di crescita per il Paese, concordando su come sia cambiata diventando strutturale. Oltre 5 milioni di donne e uomini, spesso qualificati, che rendono l’italia più ricca culturalmente, socialmente ed economicamente. Una premessa che deve impegnare la politica e le istituzioni a promuovere politiche che affermino una idea di cittadinanza inclusiva e plurale. È emersa la necessità – riconosciuta da tutti – di avere un nuovo testo unico sull’immigrazione. Una legge che superi la Bossi-Fini e che finalmente riconosca questo cambiamento da anni in atto nella nostra società. Un intervento necessario che va accompagnato da politiche welfaristiche capaci di promuovere coesione sociale.

Questa è emersa come priorità, senza però dimenticare l’impegno a superare rapidamente i decreti “insicurezza” e a riprendere il cammino della legge sullo Ius Soli, ius culturae. Provvedimenti di civiltà che faranno bene a tutto il Paese, rendendolo più forte ed europeo. La UE spesso evocata come riferimento imprescindibile per le politiche di cooperazione e di sviluppo. Una scala di intervento – quello europeo – indispensabile per affrontare in modo strategico il tema delle migrazione forzate, senza rincorrere posizioni securitarie. Posizioni irresponsabili basate su di una percezione del fenomeno – spesso lontana dalla realtà – che alimenta preoccupazioni infondate e discussioni stereotipate.
Una bella discussione che ha confermato la necessità di rivederci presto e con continuità.

 

Riprendendo un metodo di lavoro che ha il confronto nel merito come tratto essenziale, con l’obiettivo di trovare soluzioni e fare proposte. Una “ricetta antica” forse ma che ancora oggi risulta essere la più efficace.

Grazie a Selly Kane, Silvia Stilli, Matteo Ricci, Matteo Mauri e Pietro Bartolo per i loro contribuito e per l’approccio diretto al tema.

Credo che ieri sia stato un buon inizio per il lungo cammino in comune che ci aspetta.

 

Marco Pacciotti, responsabile Immigrazione del PD

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img