spot_img
spot_img
HomeArchivioVia libera della Camera...

Via libera della Camera alla proposta di legge a sostegno dei piccoli Comuni
V

Via libera all’unanimità con 438 voti favorevoli della Camera alla proposta di legge per il sostegno e la valorizzazione dei Comuni fino a cinquemila abitanti e per il recupero e la riqualificazione dei centri urbani. Il provvedimento, che nasce da un testo presentato dal presidente della commissione Ambiente e Ll.Pp., Ermete Realacci.

 

Il testo prevede l’istituzione di un Fondo per lo sviluppo piccoli Comuni, con investimenti per ambiente, beni culturali, rischio idrogeologico, riqualificazione dei centri storici e messa in sicurezza di edifici pubblici, insediamento di attività produttive. Vengono stanziati 100 milioni di euro dal 2017 al 2023, con una dotazione di 10 milioni il primo anno e di 15 milioni negli anni successivi. Per il loro utilizzo è previsto un Piano nazionale sulla riqualificazione dei piccoli Comuni, con un elenco di interventi prioritari. La priorità andrà, fra l’altro, alla manutenzione del territorio, la messa in sicurezza e la riqualificazione delle infrastrutture e degli edifici pubblici, l’efficienza energetica delle fonti rinnovabili, il recupero dei centri storici e dei beni culturali, storici, e artistici.

 

“Poco fa è stata approvata all’unanimità per la quarta volta la proposta di legge Realacci per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni. La norma è stata fortemente sostenuta da tutto il Partito Democratico e ciò è dimostrato dal gran lavoro nelle commissioni dei colleghi Borghi, Misiani e Iannuzzi”. Commenta così Chiara Braga, deputata e responsabile Ambiente del Partito Democratico, l’approvazione alla Camera dei Deputati della proposta di Legge sui piccoli comuni.

 

“E’ la quarta legislatura -prosegue Chiara Braga – che questa proposta di legge passa alla Camera ma poi non sopravvive al “collo di bottiglia” del Senato. Una buona legge che cerca di far fronte a questioni concrete che interessano il nostro Paese: lo spopolamento, l’invecchiamento, l’indebolimento dei servizi pubblici e la “vitale” connessione alla rete internet veloce nelle aree meno popolate. Questa parte d’Italia, fatta di tante piccole comunità di cui anche la Lombardia pullula, presenta grandi opportunità per il futuro, come l’economia circolare, il turismo culturale, l’agroalimentare, l'”economia dei cammini” come ha confermato anche il Ministro Franceschini proclamando il 2017 l'”Anno nazionale dei Cammini. Mi auguro che venga presto licenziata definitivamente da Palazzo Madama”.

 

 

 

 

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img