spot_img
spot_img
HomeArchivioVaccini, Marcucci a Sibilia:...

Vaccini, Marcucci a Sibilia: “Sulla salute dei figli non si scherza, non date retta ad un comico”
V

“Il rigurgito contro la scienza e contro i Vaccini del M5S è duro a morire. Sulla salute dei figli, non scherziamo. La posizione dei Cinque Stelle è pericolosa. Non date retta ad un comico”.

Lo scrive Andrea Marcucci, senatore PD, rispondendo al deputato M5S Carlo Sibilia che su Facebook ha attaccato: “Il vaccino obbligatorio e immediato deve essere quello contro la follia della ministra della Salute Lorenzin”.

 

Lorenzin poco dopo ha dato mandato ai suoi legali di presentare querela nei confronti del deputato Sibilia per le sue “gravissime dichiarazioni prive di fondamento e dal contenuto diffamatorio. Di queste dichiarazioni risponderà di fronte alla magistratura penale e civile competente”, si legge in una nota.

 

Questa mattina ad #OreNove, il deputato Matteo Richetti ha commentato l’ambiguo atteggiamento di M5S sui vaccini che ieri hanno definito irricevibile il decreto firmato dal presidente Mattarella, dopo aver detto che invece non erano contrari ai vaccini.

‘Qui manca chiarezza verso i cittadini, se sei contro te ne prendi la responsabilità e anche quando accadono fatti drammatici dici ‘Io rimango convintamente dell’idea che i nostri figli non vadano messi in sicurezza’. Sono un partito che predica la prevenzione ma dicono ‘No alla maggiore prevenzione rappresentata dai vaccini’.

“L’onorevole Carlo Sibilia non sa che in Italia non c’è emergenza epidemiologica perchè esistono i vaccini e la cosiddetta immunità di gregge. Nei casi, sempre più frequenti, in cui non ci si è attenuti al protocollo si sono verificati problemi gravissimi per la salute dei piccoli. Meno male che siamo vaccinati anche contro le sue fesserie.” Lo scrive su Facebook Valentina Paris, deputata del Partito Democratico in Commissione lavoro.

 

“Sono gravissime le parole usate da Carlo Sibilia, responsabile scuola e università del M5S, contro la scelta del governo di introdurre i Vaccini obbligatori che si è resa necessaria a causa della diminuzione della copertura vaccinale nel nostro Paese. Una classe dirigente all’altezza dovrebbe proteggere i cittadini, soprattutto i più deboli, e non affidarsi a pregiudizi quando si tratta di tutelare le nostre comunità. Un governo serio si prende cura e difende i cittadini indifesi. Ma cosa possiamo aspettarci da uno che pensa che non ci sia mai stato lo sbarco sulla luna o che propone sul blog di Grillo il “matrimonio omosessuale tra specie diverse”.

Credo che l’Italia abbia bisogno di molte cose ma non di una classe politica che si affida a maghi e fattucchiere e che pur di prendere un voto in più sacrifica la salute dei bambini. Allora è bene rimarcarlo: vaccinare i più piccoli è importante”. Lo ha detto Simona Malpezzi, deputata del Pd in commissione Cultura.

 

*****

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella infattiproprio ieriha firmato il decreto sull’obbligatorietà dei vaccini dagli zero ai 16 anni.

In occasione del 30° anniversario dalla nascita di “Telefono Azzurro” ha ribadito:”La nostra società deve essere preparata a prevenire la violazione dei diritti dei minori, solo così è possibile assicurare alle persone l’opportunità di crescere e di formarsi serenamente – ha concluso -. In questo compito è essenziale riuscire a mettere a fuoco le nuove forme di disagio e gli inediti strumenti di abuso, accanto alle forme di sostegno più idonee“.

 

 

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img