spot_img
spot_img
HomeArchivioUcraina, PD: "Serve una...

Ucraina, PD: “Serve una missione Ue per recuperare il grano a Odessa”

Prendere il grano bloccato dai russi nel porto di Odessa e distribuirlo ai paesi che rischiano una catastrofe umanitaria.

Quella a cui pensa Enrico Letta è una missione militare e umanitaria, da portare avanti a livello europeo. Una missione, spiega il segretario del Pd, non certo priva di rischi, ma necessaria se si vuole evitare che la guerra si estenda anche ai paesi più poveri.

Letta ne ha parlato con Serena Bortone, nel corso della puntata di ‘Oggi è un altro giorno’, su Rai 1.

“La priorità, secondo me, ora è mettere in piedi un’operazione militare umanitaria per portare via il grano bloccato nel porto di Odessa, per portarlo nei Paesi del Sud del mondo che senza quel grano avranno milioni di morti per fame, e fare in modo che altro grano possa essere portato nei depositi del porto”.

Una missione difficile, per stessa ammissione di Letta. Il quale, però, avverte che “i russi il permesso ufficiale” di portare via il grano “non lo daranno mai. Certo, è un’operazione con un grado di rischio, ma se non si prende questo rischio milioni di persone moriranno di fame. Penso che l’Europa stia facendo molto per la pace. Macron è stato criticato per aver troppo parlato con Putin, il piano italiano è stata un’altra dimostrazione”, sottolinea ancora il leader dem.

 

Sul piano che l’Italia ha presentato all’Onu è arrivata, tuttavia, la stroncatura del vicepresidente del Consiglio di sicurezza di Mosca, Dmitry Medvedev, che ha definito la proposta italiana “un puro flusso di coscienza slegato dalla realtà”. Per Letta “una doccia gelata”, ma il piano dimostra che “Italia ed Europa” sono “in prima fila” per la pace in Ucraina, “e questo è di per sé un ottimo segnale”.

 

“Non si può accettare di usare il cibo come arma di guerra, generando fame e povertà’ alimentare in decine di Paesi del Mondo. Si faccia di tutto per sbloccare i cereali fermi nel porto di Odessa, anche con operazione umanitaria dedicata. Subito”.

Cosi su Twitter Susanna Cenni, responsabile Politiche agricole, alimentari e forestali nella segreteria nazionale del PD.

 

“Si deve fare di tutto per fermare il rischio carestia. Coinvolgere la Russia nella ricerca di una soluzione per sbloccare il commercio di grano e fertilizzanti e contemporaneamente una operazione militare umanitaria per aiutare l’Ucraina a esportare il grano bloccato a Odessa”,

scrive su Twitter la deputata e responsabile Affari Esteri del Pd, Lia Quartapelle.

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img