spot_img
spot_img
HomeArchivioTerremotoil CdM vara il...

Terremotoil CdM vara il secondo decreto: misure per case, scuole e imprese
T

“Nel decreto di oggi dal Cdm vengono semplificate le procedure per la fornitura da parte delle Regioni dei servizi essenziali per la continuità produttiva del comparto agricolo e zootecnico. Sulle gare già fatte dalle Regioni Lazio e Umbria sarà così possibile provvedere alle forniture necessarie di stalle temporanee e di moduli abitativi container senza ulteriore burocrazia”. Così il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina, durante la sua visita Norcia.

 

Il ministro ha chiarito : “Per il piano di rilancio del settore agricolo e agroalimentare delle zone colpite dal sisma abbiamo previsto un rafforzamento delle risorse da 221 a 340 milioni di euro.

È stato confermato lo stanziamento di fondi per gli allevatori colpiti pari a 11 milioni.

Prevediamo un aiuto a capo bovino di circa 400 euro, che ad esempio porterebbe circa 8mila euro a un’azienda media da 20 animali. Ci saranno aiuti mirati anche per ovini e suini.

Ora serve concentrarsi per superare la fase di stretta emergenza”.

*****

“Stamattina, in Consiglio dei Ministri, si è deciso di fare alcune norme di semplificazione, di allargamento e di inclusione di nuovi comuni che sono stati colpiti”, ha aggiunto il ministro Graziano Delrio parlando con i giornalisti a Mormanno in relazione alle decisioni adottate dall’esecutivo per affrontare l’emergenza terremoto. “Un decreto, quindi – ha aggiunto Delrio – che va ad adattare la nuova situazione, le risorse e le procedure”.

****

Nota di Palazzo Chigi

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legge che prevede, come recita la denominazione, “nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni e dei territori interessati dagli eventi sismici del 2016”.

 

Il provvedimento detta norme volte a consentire interventi accelerati per poter affrontare con efficacia le conseguenze delle nuove scosse di terremoto verificatesi tra il 26 e il 30 ottobre, tenendo conto dell’approssimarsi della stagione invernale.

 

L’emergenza principale di cui il dl si occupa è quella di garantire un’adeguata assistenza abitativa alle popolazioni colpite dalle ripetute scosse. Per fronteggiarla, si prevede che il Dipartimento della protezione civile possa, con procedure rapide e trasparenti, acquisire i container e, sulla base delle indicazioni dei Comuni, individuare le aree sulle quali installarli.

 

Al fine poi di favorire il rientro nelle case, per gli edifici con danni lievi, che necessitino cioè soltanto di interventi di immediata riparazione, si prevede che i soggetti interessati possano – previa presentazione di apposito progetto firmato da un professionista abilitato che documenti il nesso di causalità tra il sisma e lo stato della struttura, oltre alla stima del danno – procedere al ripristino dell’agibilità degli stabili.

 

Per la messa in sicurezza del patrimonio storico e artistico, i Comuni interessati hanno la facoltà di effettuare direttamente gli interventi indispensabili, dandone comunicazione al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

 

All’Anas il compito di intervenire con urgenza per la messa in sicurezza e il ripristino della viabilità delle infrastrutture che rientrano nelle sue competenze e di quelle degli enti locali devastati dai ripetuti sismi.

 

Il decreto prevede inoltre misure urgenti per consentire la prosecuzione delle attività didattiche: dalle modalità di composizione delle classi a quelle di assegnazione del personale docente.

 

Al fine di sostenere la continuità produttiva delle attività zootecniche messe in ginocchio, il decreto autorizza la spesa di 10.942.300 euro per il sostegno dei settori del latte, della carne bovina dei settori ovicaprino e suinicolo.

 

Infine, per riuscire a gestire la mole di procedimenti che i Comuni si trovano a dover attivare, il decreto autorizza l’assunzione a tempo determinato di personale di tipo tecnico ed amministrativo fino ad un massimo di trecentocinquanta. Previsto anche il rafforzamento della struttura della Protezione civile e di quella del Commissario straordinario alla ricostruzione.

Terremoto, stanziati i primi 40 mln dal CdM

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img