spot_img
spot_img
HomeArchivioTaddei: «Nessun intervento ad...

Taddei: «Nessun intervento ad hoc per Mps»
T

La soluzione che deve esseretrovata d`accordo con l`Europarispecchierà la realtà ei bisogni del sistema bancario italianonel suo complesso. Non sarà, dunque,un abito cucito su misura per Mps, chedel resto non necessita di un interventoad hoc». Filippo Taddei, responsabileeconomico del Pd,nella settimana in cui tral`Eurogruppo di ierie la riunione Ecofindi oggi- il negoziato traRoma e Bruxelles staentrando in una fasedecisiva, precisa qualisono le intenzioni italianenella trattativa incorso con l`Unione europea.

 

Professore, non è chedietro le rassicurazionidi Renzi e di Padoanai risparmiatori si nascondain realtà unasituazione potenzialmenteesplosiva per lebanche italiane?

 

Anzitutto va detto cheil tema delle banche italianenon è in agendaall`Ecofin. Premessociò, bisogna specificareche in Italia nonci sono assolutamentebanche a rischio collasso. Semmai c`èun problema di sofferenze da smaltireche rischia di ritardare un ritorno al livellodi credito all`economia reale al periodopre-crisi.

 

Su Mps si interverrà prima dei risultatidegli stress test del 29 luglio?

 

Non c`è una scadenza. Va messo incampo un sistema di regole generaliche affronti la gestione dei crediti deterioratie le ricapitalizzazioni. Dobbiamo pensaread un sistema di gestioneche sia valido pertutti gli istituti. Uno dei punti crucialidella trattativa conl`Europa riguarda lapossibilità di sospenderela condivisionedei costi anche per gliinvestitori istituzionaliin possesso di bondsubordinati.

 

Perchéanche loro non dovrebberopagare?

 

Avere clausole non discriminatorietra titolaridella stessa obbligazione, oltre a essere un modoper rassicurare gli investitori(anche quellifuturi), è una questionedi serietà. L`Italia è unPaese serio che evita discriminazionie invita adinvestire.

 

Se si interverrà con Mps, meglio i Padoanbond o Atlante 2?

 

Sono tante le combinazioni possibili. L`importante – non per Mps, ma pertutti, ribadisco – è creare un mercato diNpl, che ancora non c`è, attraverso unapartecipazione più ampia possibiledi tutti gli attori privati interessati.

 

La solidarietà francese segna un puntoa favore dell`Italia?

 

Le parole del ministro Sapin sono un atto di ragionevolezza. La condizione dellebanche italiane non è peggiorata nelleultime tre settimane dopo la Brexit. Semmai, con lo choc aggregato successivoal referendum, ci si è resi contoche a livello europeo e di unione bancariavanno fatti passi in avanti. Altrimentil`incertezza dai valori azionaridelle banche rischia di scaricarsi sull`offertadi credito all`economia reale.

 

Il caso derivati di Deutsche Bank può”addolcire” la posizione tedesca?

 

Non si può ragionare con la logica deldo ut des. Serve visione europea da partedi tutti, senza trattative tra Stati. Ancheperché l`Italia non vuole violare lenorme europee, machiede un`applicazioneintelligente diquello che le regole invigore già prevedono.

 

Atlante 2 (o chi peresso) come aumenteràla dotazione vistoche Intesa e Unicredanon sembrano disposte a versarenuove risorse?

 

Ci sono tanti soggettiinteressati ai creditiin sofferenza, daifondi pensione aigruppi assicurativi. Se verrà creato unmercato liquido, conun pezzo congruoper gli Npl e un sistemadi coordinamento efficace, sono convintoche in molti coglierannoquest`opportunitàd`investimento.

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img