spot_img
spot_img
HomeArchivioScalfarotto: così la Ue...

Scalfarotto: così la Ue rivendica un ruolo nel dopo Brexit
S

Ivan Scalfarotto, sottosegretario allo Sviluppo economico, ancora prima degli «evidenti» effetti commerciali positivi per l’export italiano sottolinea l’«importantissimo» valore simbolico di questo accordo Ue-Canada votato ieri da Strasburgo.

 

È una risposta anche all’era Trump?

 

“Di sicuro è un forte segnale in controtendenza in una fase di resurrezione dei protezionismi, come segnalato anche dal recente Gzo a Shanghai, in cui rispuntano o vengono evocate barriere tariffarie e normative. Con questo accordo l’Europa ribadisce invece che il libero commercio è una buona cosa, soprattutto se si approva un accordo di libero scambio conun Paese come il Canada con standard sociali e ambientali eccellenti”.

 

Eppure c’è chi anche a sinistra parla di un duro colpo ai lavoratori?

 

“Temere il dumping sociale dal Canada mi sembra un ragionamento lunare! E comunque vorrei tranquillizzare chi è preoccupato ricordando che abbiamo siglato un accordo con una economia più piccola di quella italiana. Tra le critiche più gettonate c’è anche quella che dice che questi accordi sono un aiuto per le multinazionali a danno delle imprese più piccole. Anche questa è una sciocchezza. Noi siamo un Paese di esportatori e con questo accordo aiutiamo tutte le imprese che guardano all’estero. Anzi così aiutiamo le più piccole perché senza un accordo solo le grandi aziende hanno la flessibilità e le dimensioni per potersi permettere di rispettare standard diversi in più mercati. Invece con questo accordo ci sono norme uniformi per più mercati. A favore dell’accordo c’è sicuramente il riconoscimento delle nostre Igp.

 

Basterà per sconfiggere il tanto vituperato “Italian sounding” nei prodotti alimentari?

 

“Con il Cetapassaunprincipio rivoluzionario. Per laprima voltaun Paese anglosassone riconosce ilprincipio delle indicazioni protette tutelandole da imitazioni e frodi con il rispetto di severissimi protocolli qualitativi. Finalmente potremo utilizzare il nome prosciutto di Parma in Canada che era stato registrato da una azienda locale, nome che nuovi produttori canadesi non potranno più utilizzare.

 

Il Ceta può riaprire la stagione degli accordi commerciali per l’Europa?

 

Credo proprio di sì. L’accordo con il Giappone è già avanzato e invia di negoziazione. Mentre siamo ai lavori preliminari per quelli con Australia e Nuova Zelanda.

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img