spot_img
spot_img
HomeWelfareSanità, Sereni: "Dalla fondazione...

Sanità, Sereni: “Dalla fondazione Gimbe sulla Nadef emergono dati drammatici”

I contenuti reali della Nadef, alla lente della Fondazione indipendente Gimbe, sono peggiori delle più pessimistiche previsioni.
 
Si profilano tagli pesantissimi sulla sanità pubblica con conseguenze inaccettabili sui servizi per i cittadini, a partire dai più fragili e indifesi. Così si favorisce una privatizzazione strisciante e si aggravano le già forti diseguaglianze sulla tutela della salute.
 
A cominciare dal voto sulla Nadef in Parlamento è indispensabile opporsi con determinazione e dare voce all’allarme degli amministratori regionali, dei sindacati, degli ordini professionali, del mondo del Terzo Settore. La salute è un diritto costituzionale e noi impediremo che venga negato a milioni di persone”.
 
Così in una nota Marina Sereni, responsabile salute e sanità della segreteria nazionale del PD.

Ultimi articoli

Correlati

Dal governo uno spottone elettorale che costa 800 milioni. Quei soldi si potevano usare per la sanità pubblica

Schlein al Corriere della Sera: "Una presa in giro il decreto sulle liste d'attesa. Dalla destra solo misure spot"

Sereni: “Senza assunzioni nella sanità nulla potrà cambiare, così il governo illude chi non riesce a curarsi”

La responsabile Salute e sanità dem a Repubblica: "Fare un decreto fuffa quattro giorni prima del voto è un'offesa per chi oggi soffre e non riesce a curarsi"

Il decreto “anti liste d’attesa” è un bicchiere tutto vuoto. Si voti subito la legge Schlein

Senza coperture e senza tempi certi, un bluff elettorale. Sereni: "Solo con Legge Schlein soluzioni per cittadini e professionisti"

La sanità pubblica è al collasso: ecco le storie che Meloni non racconta al Paese

Votiamo subito la legge Schlein per portare al 7,5% la spesa sanitaria in rapporto al PIL, abbattere le liste d’attesa e mettere in campo un grande piano di assunzioni di medici e infermieri

No a decreti elettorali, il governo Meloni voti la legge Schlein sulla sanità

Sereni: Meloni non ha mai ammesso la grave crisi della sanità pubblica. Non servono decreti sulle liste d'attesa a pochi giorni dal voto, ma scelte di fondo
spot_img