spot_img
spot_img
HomeWelfareSanità, Sereni: "Condividiamo l’allarme...

Sanità, Sereni: “Condividiamo l’allarme della Fondazione Gimbe, mobilitiamoci per salvare il SSN”

“I numeri hanno la testa dura: l’Italia da decenni ha una spesa sanitaria molto inferiore alla media Ue e OCSE, sia se si considera la percentuale rispetto al Pil sia che si prenda a riferimento la spesa pro capite. Come sempre la Fondazione Gimbe ci propone una riflessione su dati inoppugnabili ed estremamente preoccupanti. Nemmeno lo sforzo, pure importante, che i Governi Conte 2 e Draghi hanno fatto negli anni 2019-2021 sono stati sufficienti a colmare il gap che ci divide dai Paesi maggiormente sviluppati. E lo stato di sofferenza in cui versa il nostro sistema sanitario nazionale è testimoniato ogni giorno dalle interminabili liste d’attesa, dal malessere e la frustrazione che vivono gli operatori e le operatrici, dalle diseguaglianze crescenti tra chi accede ai servizi rivolgendosi al privato e chi è costretto a rinunciare alle cure.
 
Di questa situazione allarmante sono testimonianza le richieste che tutte le Regioni, comprese quelle governate dal centro-destra, hanno rivolto al Governo Meloni perché non si torni al definanziamento della Sanità pubblica. Lo stesso Ministro Schillaci ha chiesto quattro miliardi in più per la prossima Legge di Bilancio. È responsabilità della politica, di entrambi gli schieramenti, scongiurare che la crisi del Sistema Sanitario Nazionale pubblico diventi irreversibile! Per questo il Pd è pronto, insieme alle altre opposizioni e raccogliendo le richieste di Regioni e forze sociali, a fare dell’incremento pluriennale del Fondo Sanitario Nazionale fino almeno al 7,5% del Pil, della riduzione delle liste d’attesa, dell’assunzione del personale necessario, una priorità assoluta in vista della prossima Legge di Bilancio”.
 
Lo scrive in una nota Marina Sereni, responsabile Salute e Sanità della segreteria nazionale del PD.

Ultimi articoli

Correlati

Dal governo uno spottone elettorale che costa 800 milioni. Quei soldi si potevano usare per la sanità pubblica

Schlein al Corriere della Sera: "Una presa in giro il decreto sulle liste d'attesa. Dalla destra solo misure spot"

Sereni: “Senza assunzioni nella sanità nulla potrà cambiare, così il governo illude chi non riesce a curarsi”

La responsabile Salute e sanità dem a Repubblica: "Fare un decreto fuffa quattro giorni prima del voto è un'offesa per chi oggi soffre e non riesce a curarsi"

Il decreto “anti liste d’attesa” è un bicchiere tutto vuoto. Si voti subito la legge Schlein

Senza coperture e senza tempi certi, un bluff elettorale. Sereni: "Solo con Legge Schlein soluzioni per cittadini e professionisti"

La sanità pubblica è al collasso: ecco le storie che Meloni non racconta al Paese

Votiamo subito la legge Schlein per portare al 7,5% la spesa sanitaria in rapporto al PIL, abbattere le liste d’attesa e mettere in campo un grande piano di assunzioni di medici e infermieri

No a decreti elettorali, il governo Meloni voti la legge Schlein sulla sanità

Sereni: Meloni non ha mai ammesso la grave crisi della sanità pubblica. Non servono decreti sulle liste d'attesa a pochi giorni dal voto, ma scelte di fondo
spot_img