spot_img
spot_img
HomeEuropa e MondoRotte tunisine: ieri, oggi,...

Rotte tunisine: ieri, oggi, domani

La rotta del Mediterraneo Centrale, essenzialmente da Libia e dalla Tunisia, continua ad essere attraversata da decine e decine di barchini.

Le recenti dichiarazioni del presidente tunisino Kais Saied hanno invocato “misure urgenti” contro l’immigrazione illegale di africani sub-sahariani nel suo Paese.

La Tunisia è da anni un punto di partenza per i migranti che vogliono raggiungere l’Europa, ma la grave crisi economica ha provocato un ulteriore boom di partenze verso l’Italia malgrado la stretta sugli arrivi irregolari con il decreto varato dal Cdm a Cutro: il Ftdes (Forum Tunisino per i Diritti Economici e Sociali) per il mese di marzo ha segnalato 777 arrivi dalla Tunisia alle coste italiane e 7.494 migranti intercettati dalle autorità tunisine.

Ne parliamo con:
Stefano Bellucci, Professore di Studi Africani presso l’Università di Leiden
Andrea Cellino, Capo Ufficio Nord Africa (DCAF) di Ginevra
Silvia Finzi, Professoressa presso l’Università di Tunisi
Giada Frana, Direttrice de “L’Altra Tunisia”
Fabrizia Panzetti, Capo Unità Mediterraneo e Medio Oriente al Parlamento Europeo

Conclude On. Toni Ricciardi, Parlamentare Circoscrizione Europa e Storico delle Migrazioni.

Moderano:
Letizia Maulá, segretaria circolo PD Amsterdam
Dario Natale, presidente circolo PD Ginevra

Evento organizzato dal circolo PD Amsterdam, in collaborazione con i circoli PD Ginevra e PD Tunisi.

L’evento sarà online su zoom in diretta Facebook sulla pagina del PD Amsterdam.

Per il link zoom scrivere a:
[email protected]

Ultimi articoli

Correlati

Serracchiani: Con le legge Nordio cade l’unica forma di difesa contro gli abusi di potere

La responsabile Giustizia del Pd a Repubblica: il solito provvedimento bandiera

Dalla Puglia un’ottima notizia: sì alla legge contro l’omotransfobia

Zan: "Mentre il governo Meloni continua a discriminare, dalle regioni di centrosinistra arriva un impegno importante per i diritti di tutte le persone"

Il governo conferma 250 milioni di tagli ai Comuni

Boccia: penalizzati i Comuni più attivi. Mentre Giorgetti descrive un Paese da favola e inventa risultati che vede solo lui

Schlein: “Non cerchiamo modelli, ma la nostra strada per battere le destre”

La segretaria del Pd a la7 rilancia "un'alleanza costruita sui bisogni concreti delle persone". E avverte: "il tempo dei veti è finito"

La Francia lo dimostra: la destra si può battere

Provenzano: "In Francia vince un'idea di cambiamento e vince l'unità. Un'unità complicata, diffcile, in questo caso decisiva per battere la destra"
spot_img