spot_img
spot_img
HomeEuropa e MondoRotte tunisine: ieri, oggi,...

Rotte tunisine: ieri, oggi, domani

La rotta del Mediterraneo Centrale, essenzialmente da Libia e dalla Tunisia, continua ad essere attraversata da decine e decine di barchini.

Le recenti dichiarazioni del presidente tunisino Kais Saied hanno invocato “misure urgenti” contro l’immigrazione illegale di africani sub-sahariani nel suo Paese.

La Tunisia è da anni un punto di partenza per i migranti che vogliono raggiungere l’Europa, ma la grave crisi economica ha provocato un ulteriore boom di partenze verso l’Italia malgrado la stretta sugli arrivi irregolari con il decreto varato dal Cdm a Cutro: il Ftdes (Forum Tunisino per i Diritti Economici e Sociali) per il mese di marzo ha segnalato 777 arrivi dalla Tunisia alle coste italiane e 7.494 migranti intercettati dalle autorità tunisine.

Ne parliamo con:
Stefano Bellucci, Professore di Studi Africani presso l’Università di Leiden
Andrea Cellino, Capo Ufficio Nord Africa (DCAF) di Ginevra
Silvia Finzi, Professoressa presso l’Università di Tunisi
Giada Frana, Direttrice de “L’Altra Tunisia”
Fabrizia Panzetti, Capo Unità Mediterraneo e Medio Oriente al Parlamento Europeo

Conclude On. Toni Ricciardi, Parlamentare Circoscrizione Europa e Storico delle Migrazioni.

Moderano:
Letizia Maulá, segretaria circolo PD Amsterdam
Dario Natale, presidente circolo PD Ginevra

Evento organizzato dal circolo PD Amsterdam, in collaborazione con i circoli PD Ginevra e PD Tunisi.

L’evento sarà online su zoom in diretta Facebook sulla pagina del PD Amsterdam.

Per il link zoom scrivere a:
[email protected]

Ultimi articoli

Correlati

Schlein: “Con Meloni e Le Pen i popolari tradiscono la Ue”

La segretaria dem a La Stampa: Non vedo la differenza tra l'Afd e Zemmour. Meloni dopo di lui è pronta ad accogliere Orban e Le Pen?

No al premierato, autocrazia che minaccia la tenuta democratica

Contro "la madre di tutte le riforme" in salsa Meloni il Pd è impegnato nello scontro parlamentare, emendamento su emendamento, e sarà in piazza il 2 giugno

La proposta di legge Schlein è un’opportunità: la destra la voti per avere più risorse per la sanità

L'esame della proposta di legge a prima firma Elly Schlein sulla Sanità alla Camera "è una bella opportunità. Questa è la prima e più forte preoccupazione degli italiani"

Congedo paritario pagato al 100% per entrambi i genitori

Schlein: "La destra al Governo parla tanto di famiglie tradizionali, ma non fa nulla per tradurre la sua retorica in realtà"

Zan: “L’Italia è l’ultimo Paese fondatore Ue senza una legge, la destra vigliacca tenta di nascondere la sua omotransfobia”

Difendere i diritti, la dignità e le vite delle persone lgbtqia+ significa anche difendere la nostra Costituzione. Noi ci siamo.
spot_img