spot_img
spot_img
HomeArchivioRenzi: proporrò di mettere...

Renzi: proporrò di mettere il barcone di Lampedusa davanti alle sedi dell’Ue
R

“L’Europa deve cambiare l’approccio nella lotta allo spreco alimentare come sull’immigrazione. In Ue prevalgono gli egoismi nazionali ma l’Europa è nata per abbattere muri non alzarli. Quel barcone che abbiamo recuperato nel Mediterraneo proporrò di metterlo davanti alla sede delle Istituzioni europee, il relitto deve ricordarci chi siamo e come dobbiamo combattere una cultura egoistica”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi, intervenendo alla cerimonia per la Giornata mondiale dell’alimentazione, nel Palazzo della Fao a Roma, ricordando il barcone affondato a Lampedusa, in cui morirono circa 700 migranti.
Ha poi aggiunto: “l’Italia ritiene che la lotta alla povertà, alla fame, per la qualità della vita, sia in questo tornante della storia, questione politica con la P maiuscola”. “Il G7 in Italia – prosegue – non deve essere solo un appuntamento sulle contingenze ma un appuntamento su temi di grande respiro, perché questi temi siano prioritari”.

 

Si è soffermato sulla prossima conferenza sul clima Cop22 a Marrakech, il 14 e 15 novembre, dove: “l’Italia sarà rappresentata con tutto l’impegno necessario. Stiamo lavorando perché possa essere ratificato l’Accordo di Parigi in Parlamento prima di Marrakech o nei giorni immediatamente seguenti”.

“E siamo convinti – ha sottolineato – che l’occasione del Vertice in Marocco potrà essere un punto importante Guai a pensare che con l’accordo di Parigi siamo arrivati, l’appuntamento di Marrakech ci dice che dobbiamo fare di piu'”.

 

Il premier ha quindi ricordato che il 2017 sarà un anno cruciale per l’Italia nel dibattito internazionale, dal momento che il nostro paese ospiterà tre appuntamenti di rilievo: le celebrazioni per i 60 anni della firma dei Trattati di Roma; il vertice G7 di Taormina; la presidenza italiana del Consiglio di sicurezza dell’Onu. Sul tema degli sprechi, Renzi ha poi annunciato che l’Italia punta a fare di più. “Oggi recuperiamo 500 milioni di tonnellate di cibo l’anno, l’anno prossimo l’obiettivo e’ di arrivare a un milione”.
Renzi ha poi annunciato l’abolizione dell’Irpef agricola nel 2017: “Ogni governo che vuole intervenire su questi temi deve avere laforza di utilizzare anche elementi concreti, altrimenti sono solo chiacchiere”, dunque “se credi in dei valori, non puoi solo raccontarli e fare il discorso a effetto, devi essere coerente, ecco perché nel 2016 abbiamo tolto l’Imu e l’Irap agricolo, ed ecco perché nel 2017 toglieremo l’Irpef agricola, continuando un percorso di discesa della pressione fiscale sull’agricoltura che è cruciale”.

“Se riesci a tenere delle persone a lavorare su un territorio, non tramandi solo una tradizione, ma hai anche un presidio contro l’abbandono e il dissesto idrogeologico”, ha aggiunto.

 

“Bisogna tornare alla terra. La terra è la ripartenza di tutto. Una delle novità che troveremo alla Casa Bianca nella visita del 18 ottobre è l’orto, simbolo del fatto che anche in uno dei luoghi più potenti del mondo c’è bisogno di tornare alla terra”, ha concluso.

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img