spot_img
spot_img
HomeArchivioReferendum, Fassino: se perde...

Referendum, Fassino: se perde il PD si rischia il baratro

“Ogni dirigente del partito, tanto quelli schierati per il Sì che quelli per il No, sia consapevole che il PD non può fallire perchè è l’Italia che rischia il baratro”. Lo dice in una intervista a la Repubblica Piero Fassino.

“Non mi auguro nessuna scissione”, sottolinea l’ex sindaco di Torino, “perchè sarebbe una sconfitta per tutti. E in ogni caso chi negli ultimi anni ha tentato di fondare nuovi partiti ha raccolto briciole perchè l’ultima cosa che ha oggi in Italia un mercato è fare partiti nuovi”.

“La seconda parte della Costituzione va riformata portando a compimento un dibattito che si protrae da più di 30 anni. Nel quadro di fragilità europeo, da ogni cancelleria si guarda con attenzione e anche trepidazione al referendum italiano. Perchè se invece di rafforzarsi, il percorso di riforme fosse bloccato, indebolirebbe ulteriormente il quadro politico europeo non solo italiano”, aggiunge Fassino.

Un “nesso” con l’Italicum non c’è, precisa, ma sulla legge elettorale “penso sia legittimo avere riserve e chiedere correttivi. Un conto ad esempio, è il ballottaggio in un sistema bipolare, altro in uno tripolare”.

Renzi ha detto che comunque vada il referendum, si vota nel 2018: in questo modo, afferma Fassino, il premier “ha definitivamente archiviato la personalizzazione del voto. Stiamo al merito delle questioni.
Un Parlamento con una assemblea legislativa e una Camera delle autonomie è una proposta che era scritta nel programma dell’Ulivo di Prodi.

Il superamento delle Province era addirittura nel programma del primo governo di solidarietà nazionale del 1976.

poteri del presidente della Repubblica e del premier sono gli stessi di oggi e vengono introdotti referendum propositivo, statuto delle opposizioni e controllo preventivo della Consulta sulle leggi elettorali. Stento a vedere una deriva autoritaria”.

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img