spot_img
spot_img
HomeArchivioPortella della Ginestra1947 -...

Portella della Ginestra1947 – 2017
P

La Resistenza a Portella della GinestraIntervento di Maurizio Martina su l’Unità del 25 aprile scorso.

 

Nel nostro percorso verso le primarie di domenica ieri abbiamo fatto tappa a Portella della Ginestra accompagnati anche da Serafino Pena, 86 anni, sopravvissuto alla strage. Questo luogo è ancora per noi un simbolo della resistenza contro l`arroganza del potere mafioso e la negazione dei diritti dei lavoratori. Proprio 70 anni fa, il primo maggio 1947, più di duemila contadini celebravano la festa del lavoro e la vittoria del 20 aprile. Molti rimasero uccisi dai colpi sparati dai fucili della banda di Salvatore Giuliano. Non morirono le loro idee, anzi la lotta per la fine del latifondo fu ancora più intensa. Tra i protagonisti in quei mesi ci fu un ragazzo di 34 anni. Placido Rizzotto.

 

Sindacalista che si batteva per i diritti dei contadini. «Questa terra che ci ha cresciuto può essere la nostra libertà, il nostro futuro, la nostra speranza!». Incitava così gli agricoltori siciliani, a Corleone. Anche lui vittima di mafia, fu fatto sparire in una foiba ne11948 perché la sua voce dava fastidio, faceva paura. Era una giovane voce di cambiamento. Il loro sacrificio portò alla riforma agraria, dando dignità e terra a migliaia di contadini in tutta Italia. Anche grazie alle battaglie di Placido Rizzotto e dei braccianti di Portella.

 

A 70 anni dalla strage dei lavoratori organizzata dalla mafia, i loro ideali
e la loro lotta nei campi non si ferma.

 

Dopo 70 anni i loro ideali, la loro lotta alla mafia dei campi non si ferma. Il seme di legalità che hanno piantato è vivo e ha radici forti. Proprio a poche centinaia di metri dal memoriale di Portella, la Cooperativa Libera Placido Rizzotto ha portato avanti un progetto dal nome emblematico «Chi semina racconta». Un`esperienza importante che ha portato alla formazione di dieci ragazze disoccupate che ora sono pronte a lavorare nel settore dell`agricoltura sociale. Il loro impegno aiuterà tante persone con handicap e svantaggiate a trovare un riscatto grazie al lavoro agricolo. Percorsi di inclusione fondamentali, contro le emarginazioni sociali. Queste giovani sono state formate in una struttura strappata al boss Giovanni Brusca, intitolata al piccolo Giuseppe Di Matteo e che ora ospita una innovativa serra idroponica.

 

Proprio ieri li abbiamo incontrati per un confronto su come far crescere ancora la loro attività. Per dire ancora una volta che siamo uniti contro la mafia. Che siamo vicini, al lavoro di chi come Don Luigi Ciotti e i suoi ragazzi opera ogni giorno in territori difficili, andando avanti contro ogni intimidazione. Per loro dobbiamo rendere più semplice il recupero di terreni e aziende agricole confiscate ai mafiosi e da riportare alle comunità in maniera legale.
Che rifiutiamo con forza ogni sfruttamento come abbiamo fatto concretamente con la legge per il contrasto al caporalato, che oggi deve trovare forte applicazione per la tutela di migliaia di lavoratrici e lavoratori. Che vogliamo costruire insieme una nuova stagione di diritti, opportunità e riscatto che parta dal lavoro, dalla tutela dei più deboli e che veda il Partito Democratico protagonista. Memoria e futuro, valori e nuova cittadinanza. Portella della Ginestra e le ragazze della cooperativa di Libera Terra ci ricordano questo. Per un`Italia dei diritti, libera da ogni forma vecchia o nuova di fascismo.

*****

A settant’anni dal massacro dei lavoratori a Portella della Ginestra il presidente del Senato Pietro Grasso chiede che vengano resi pubblici i documenti sull’eccidio ancora non accessibili. Articolo di Claudia Fusani, l’Unità.

 

*****

In occasione dei 70 anni dallo storico e tragico eccidio, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria FurlaneCarmelo Barbagallo, hanno scelto i luoghi simbolo della strage per celebrare la Festa dei lavoratori il Primo Maggio: il corteo si muoverà tra Piana degli Albanesi, Portella della Ginestra e Sasso di Barbato, in provincia di Palermo.

 

*****

 

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img