spot_img
spot_img
HomeArchivioI dati sulla cassa...

I dati sulla cassa integrazione: più lavoro stabile, meno disoccupati
I

“I dati INPS su cassa integrazione sono interessanti: -26,9% di ore autorizzate di cassa integrazione guadagni su base annua, -8,7% sul mese precedente.
Chi rientra al lavoro pieno dopo anni di cassa integrazione rappresenta il segnale che finalmente le cose cambiano ‪#‎italiariparte‬”. Così il premier Matteo Renzi commenta, sulla sua pagina Facebook, i dati diffusi in mattinata dall’Inps.

 

Per Filippo Taddei, responsabile economico del Partito democratico, “la riduzione delle ore di Cassa integrazione è un dato doppiamente positivo visto che giunge insieme al calo delle domande di disoccupazione. Ciò significa che la riduzione della Cig non produce disoccupati aggiuntivi ma persone che rientrano direttamente nel circuito lavorativo”.

 

“Vale la pene ricordare – continua Taddei – che questo ritorno all’occupazione non viene misurato nei dati Istat relativi alla forza lavoro. Questa non cambia ma migliora la qualità dell’occupazione. E’un dato confortante perché non solo il lavoro stabile cresce ma abbiamo lavoratori che dalla Cig rientrano al proprio lavoro segno di una più generale ripresa del sistema economico”.

 

“Segnali significativi”, che parlano di una “reazione positiva dell’economia”, per Alessia Rotta, responsabile Comunicazione della segreteria nazionale dem.

 

“I dati relativi al calo dell’impiego della cassa integrazione sono un segnale significativo – afferma Rotta – perché si associano al calo delle richieste di disoccupazione. Ciò dimostra che il sistema economico sta reagendo: la diminuzione della cassa non produce disoccupazione bensì un ritorno al lavoro”.

 

“Se dal punto di vista numerico ciò non incide sui livelli occupazionali però produce un miglioramento delle condizioni occupazionali e di reddito. Se a ciò aggiungiamo l’aumento del lavoro stabile abbiamo un’altra prova di come l’economia cominci a dare concreti segnali positivi”, conclude.

 

I dati diffusi dall’Inps, registrano per il mese di luglio 2015 un calo del 26,9%, su luglio 2014, delle ore di cassa integrazione guadagni (Cig): ne sono state autorizzate 52,4 milioni, contro i 71,7 milioni dell’anno precedente. I dati destagionalizzati, calcolati per le sole componenti ordinaria e straordinaria, evidenziano nel mese di luglio rispetto al mese precedente una variazione congiunturale pari a -8,7%.

 

Secondo i dati di luglio 2015 dell’Inps, le ore autorizzate di cassa integrazione ordinaria (CIGO) sono state 16,4 milioni. Nel mese di luglio 2014 erano 20,2 milioni, con una diminuzione tendenziale del 19,0%. In particolare, la flessione è stata del16,8% nel settore Industria e del 24,2% nel settore Edilizia. Le variazioni congiunturali CIGO calcolate sui dati destagionalizzati registrano, rispetto al precedente mese di maggio 2015, una diminuzione del 6,8%.

 

Il numero di ore di cassa integrazione straordinaria (CIGS) autorizzate a luglio 2015 è stato di 28,4 milioni, con una riduzione del 32,6% rispetto a luglio 2014, quando neerano state autorizzate 42,2 milioni. Rispetto a giugno 2015 la variazione congiunturale, calcolata sui dati destagionalizzati, è pari a -9,8%.

 

Infine, gli interventi in deroga (CIGD), si sono concretizzati in 7,6 milioni di ore autorizzate, con un decremento del 18,3% se confrontati con luglio 2014, quando erano state autorizzate 9,3 milioni di ore. La forte variabilità nel numero delle ore autorizzate di cassa integrazione in deroga, non dipendente da fattori di carattere stagionale ma dovuta ai tempi dei finanziamenti di queste misure, rende impossibile – secondo la nota diffusa dall’Inps – effettuare la destagionalizzazione dei dati.

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img