spot_img
spot_img
HomeDonneIl regime iraniano continua...

Il regime iraniano continua a uccidere. La voce delle donne non deve essere spenta

“Donna, Vita e Libertà!”. Abbiamo imparato a conoscere questo slogan cantato a squarciagola nelle piazze iraniane dalle donne in lotta per i propri diritti. Lo abbiamo sentito, amplificato e condiviso anche qui in Occidente. Ma stavolta non è bastato a salvare la vita di un’altra sposa bambina, vittima della violenza degli uomini e di un regime antidemocratico.

All’alba di questa mattina Samira Sabzian è, infatti, stata impiccata. Data in matrimonio quando aveva 15 anni, era stata vittima di violenza domestica. Nel 2013 l’avevano accusata di aver ucciso il marito e condannata alla pena capitale. Ha trascorso 10 anni nel braccio della morte senza vedere i suoi figli. Li ha incontrati soltanto per dirgli addio.

In molti, in tutto il mondo, si erano mobilitati per salvargli la vita ma non è servito a niente.

“Dall’Italia giunga la più ferma condanna al regime iraniano, un regime che ogni giorno continua a uccidere i suoi figli e le sue figlie” ha scritto sui social Peppe Provenzano, responsabile Esteri, Europa e cooperazione internazionale nella segreteria Pd.

La Repubblica Islamica ha il più alto numero di esecuzioni pro capite al mondo. Soltanto nel 2023 sono 18 le donne che sono state giustiziate, ma di loro si sa poco o nulla. Nessuna delle esecuzioni di donne registrate da Iran Human Rights nel 2022 e nel 2023, infatti, è stata riportata da fonti ufficiali perché alle donne non vengono riconosciuti gli stessi diritti davanti alla legge e sono continuamente vittime di ostracismi sociali.

Ultimi articoli

Correlati

Serracchiani: Con le legge Nordio cade l’unica forma di difesa contro gli abusi di potere

La responsabile Giustizia del Pd a Repubblica: il solito provvedimento bandiera

Dalla Puglia un’ottima notizia: sì alla legge contro l’omotransfobia

Zan: "Mentre il governo Meloni continua a discriminare, dalle regioni di centrosinistra arriva un impegno importante per i diritti di tutte le persone"

Il governo conferma 250 milioni di tagli ai Comuni

Boccia: penalizzati i Comuni più attivi. Mentre Giorgetti descrive un Paese da favola e inventa risultati che vede solo lui

Cdp: Mori (PD), Meloni smentisca approccio misogino e maschilista nei cda

"Apprendiamo da notizie di stampa che Cassa Depositi e prestiti intende modificare lo statuto per poter ridurre da...

Schlein: “Non cerchiamo modelli, ma la nostra strada per battere le destre”

La segretaria del Pd a la7 rilancia "un'alleanza costruita sui bisogni concreti delle persone". E avverte: "il tempo dei veti è finito"
spot_img