spot_img
spot_img
HomeArchivioIl nostro impegno per...

Il nostro impegno per l’Afghanistan continua
I

“Abbiamo raccolto 100mila euro all’incirca, li mettiamo a disposizione di 5 organizzazioni non governative che sono presenti in Afghanistan soprattuto per l’impegno legato al ruolo delle donne. I progetti sono in gran parte finalizzati a questo, a sostengo, difesa e protezione del ruolo delle donne in Afghanistan”. Lo ha detto Enrico Letta presentando al Nazareno i risultati della raccolta fondi ‘Insieme per il popolo afghano‘ lanciata dal PD. “Abbiamo deciso immediatamente dopo quel drammatico 15 agosto di far seguire alle parole di solidarietà i fatti. Una raccolta fondi che il PD, la comunità dei democratici e delle democratiche, ha svolto in questi mesi, nel periodo delle Feste in giro per Italia, e l’impatto è stato molto positivo”, ha spiegato il segretario del PD.

 

“Vogliamo alzare il velo su qualcosa di molto importante, chiediamo che il nostro Paese faccia di più, che l’impegno continui. Con questa iniziativa vogliamo rendere evidente il fatto che sarebbe assolutamente sbagliato, contraddittorio e profondamente ingiusto se il nostro Paese, dopo la grande emozione seguita ai fatti del 15 agosto e dei 10 giorni seguenti, oggi si dimenticasse dell’esistenza dell’Afghanistan e dei problemi del popolo afghano – ha spiegato il segretario del Pd -. Il nostro impegno a favore del popolo afghano continua, vuole concretizzarsi nella organizzazione di corridoi umanitari, che oggi sono riamasti bloccati e sono in grande difficoltà, vogliamo rilanciare l’inziativa”.

“Sappiamo che e fino a oggi tutto ciò che è stato fatto in termini umanitari è legato a ciò che accade attorno all’Afghanistan, ma il Paese è molto chiuso, quello che accade dentro è poco noto e gli aiuti sono limitati”, ha aggiunto Letta.

“Sapiamo tutti benissimo che fino a oggi quanto è stato fatto è legato a ciò che accade attorno alla frontiera ma oggi il paese è molto chiuso e gli aiuti sono estremamente limitati. Chiediamo che il nostro paese faccia di più, che l’impegno continui, noi lo faremo, sia in termini politici che concreti con il sostegno queste a 5 ong”, ha concluso.

******

“Anche se non c’è più tutta l’attenzione che c’era ad agosto sull’Afghanistan, la situazione nel paese non è cambiata, anzi forse è addirittura peggiorata: 23 milioni di cittadini afghani su 40 sono a rischio fame, c’è il pericolo che un milione di bambini muoia di fame nei prossimi mesi, il reddito del paese si è ridotto di un terzo perché non ci sono più gli aiuti occidentali”. Lo dice la deputata dem Lia Quartapelle.

“La situazione è drammatica – continua – noi abbiamo scelto questo giorno per presentare la conclusione di una raccolta di fondi che ha impegnato tutta la comunità del Partito Democratico. Abbiamo raccolto 100mila euro che verranno destinati alle cinque ong italiane che lavorano ancora in Afghanistan: Emergency, Cisda, Nova Onlus, Pangea e Croce Rossa”.

“Con questa donazione noi abbiamo voluto continuare a dare sostegno ai bambini, ma soprattutto alle donne afghane che si sono ritrovate, dalla mattina alla sera, rinchiuse in casa, senza più andare a scuola, senza più la possibilità di lavorare, davvero a rischio di povertà e vessazioni: ed è per questo che noi oggi e nei prossimi mesi continueremo a testimoniare con una presenza fattiva e reale la nostra solidarietà”, conclude Quartapelle.

*****

“Dai giorni immediatamente successivi alla crisi politica in Afghanistan, subito ci siamo mobilitate, prima come democratiche, poi insieme tutto il partito e abbiamo iniziato una raccolta fondi dedicata alle ong che lavorano in quel territorio e che continuano a sostenere la popolazione civile rimasta lì, ed in particolare le donne”. Questo è il commento della responsabile Politiche per la Parità, portavoce della Conferenza nazionale delle donne democratiche e ora candidata nel seggio di Roma alle suppletive Camera Cecilia D’Elia.

“Abbiamo raccolto 100mila euro, grazie anche allo sforzo dei nostri parlamentari e dei nostri circoli, dentro un percorso anche di discussione ed approfondimento della storia dell’Afghanistan e dei suoi problemi”, spiega. Questi fondi “li mettiamo a sostegno dei percorsi di empowerment delle donne’, in particolare. Abbiamo così anche dato un rendiconto del lavoro che abbiamo fatto alle persone che hanno sottoscritto questa raccolta”.

Per D’Elia, in un momento come questo “in cui c’è una grande crisi umanitaria e manca il cibo, è molto importante non chiudere gli occhi e non spegnere i riflettori sull’Afghanistan”.

*****

“Non è stata solo una campagna di raccolta fondi straordinaria ma una campagna di mobilitazione che ha coinvolto tutto il partito, i territori, promuovendo anche occasioni di incontro e riflessione su quanto accaduto. Penso non solo alle Feste dell’Unità, oltre 150, in tutto il Paese, a partire da quella nazionale di Bologna, che si sono mobilitate per dare spazio alle gravi vicende dell’Afghanistan, ma a tutti i circoli, gli eletti, cittadini, soggetti giuridici e imprese che hanno voluto contribuire con una donazione. Un lavoro che ha dato vita ad una grande mobilitazione della comunità del PD, che ci ha permesso di raggiungere un risultato economico importante a favore delle ONG impegnate in Afghanistan”. Così Stefano Vaccari, responsabile Organizzazione del Partito democratico.

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img