spot_img
spot_img
HomeNotizieIl ddl Calderoli è...

Il ddl Calderoli è legge. Schlein: la nostra battaglia continua

Dopo la seduta fiume di questa notte, la Camera dei Deputati approva, in via definitiva, il ddl sull’Autonomia differenziata, che diventa legge, con 172 sì, 99 no e un astenuto. Il provvedimento, già approvato dal Senato, diventa legge. La capogruppo dem a Montecitorio, Chiara Braga, lo definisce “uno sfregio al lavoro del Parlamento ed alle istituzioni”. La segretaria del Pd, Elly Schlein, promette: continueremo la battaglia contro il premierato e l’autonomia differenziata.

“Ci hanno tenuto tutta la notte in Parlamento pur di approvare l’Autonomia Differenziata e brandire lo scalpo del Sud prima dei ballottaggi. E così Fratelli d’Italia si piega all’antico sogno secessionista della Lega.

Suggerirei che a questo punto cambiassero il nome in Brandelli d’Italia. O Fratelli di mezza Italia, visto che la stanno spaccando in due.

Continueremo a batterci contro l’autonomia differenziata e il premierato insieme alle altre opposizioni, come abbiamo fatto ieri sera in una piazza unitaria e pienissima”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da elly schlein (@ellyesse)

“UN GIORNO TRISTE PER L’ITALIA!
Le 7.42 del 19 giugno 2024 segnano una delle circostanze istituzionali più tristi del Paese”, scrive sui social Marco Sarracino, responsabile coesione territoriale, sud e aree interne nella segreteria del Pd.

“La destra ha approvato – continua Sarracino – alla Camera dei Deputati l’autonomia differenziata. La partita non è ancora finita, abbiamo infatti ancora alcuni strumenti per fermare questo ingiusto e pericoloso provvedimento. Ma il disegno è chiaro, ed è sempre lo stesso: colpire i più poveri, gli ultimi, rendendo nei fatti irreversibili le condizioni di territori che invece meriterebbero attenzione e opportunità. Sono davvero orgoglioso del lavoro fatto dal Partito Democratico in questi mesi. E la fiducia accordataci dagli elettori in occasione delle ultime Europee lo dimostra. Ci siamo battuti per difendere l’unità dell’Italia e continueremo questa battaglia anche fuori dal Parlamento. Lo faremo insieme alle altre forze d’opposizione, perché come dimostra anche la grande partecipazione alla manifestazione di Roma, non ci rassegneremo ad una destra becera che calpesta la storia e le istituzioni repubblicane. L’alternativa c’è!”

Ultimi articoli

Correlati

I bambini in carcere sono una vergogna da cancellare

I parlamentari Pd in visita a Rebibbia: i nostri emendamenti al decreto carceri per umanizzare le carceri e liberare finalmente i bambini

Al via la raccolta firme per il referendum contro l’autonomia differenziata

Dal 20 luglio si firma ai banchetti allestiti dal Pd e dalle opposizioni, forze sindacali, sociali e associative. Presto attiva la firma online

Per le aggressioni neofasciste troppa impunità. Con la destra al potere escalation di violenza

Schlein: "Solidarietà e vicinanza al cronista Joly. Cos'altro aspettiamo per sciogliere le organizzazioni neofasciste? Meloni intervenga"

La divisione del governo italiano su Von der Leyen mostra la sua totale irrilevanza

La segretaria Schlein in piazza a Genova con le altre opposizioni: "Cosa aspetta Meloni a chiedere le dimissioni di Toti?"

Schlein: Sulla sanità Meloni dia risposte e si ricordi che è al governo

La segretaria del Pd replica a Ciriani: "Il ministro lavori per trovare soluzioni condivise. La nostra proposta è semplice, e resta sul tavolo"
spot_img