spot_img
spot_img
HomeNotizieGribaudo: «Costruiamo l'alternativa a...

Gribaudo: «Costruiamo l’alternativa a Meloni»

Chiara Gribaudo, deputata, vicepresidente del PD. Domani scendete in piazza a Roma. La piattaforma della manifestazione è molto ampia e variegata. Qual è il motivo principale per cui chiamate i vostri simpatizzanti in piazza del Popolo?
Per dire che vogliamo un paese diverso da quello che ci ritroviamo dopo un anno di governo Meloni. Sindacati e associazioni hanno già fatto sentire la loro voce, ora tocca a noi: l’opposizione deve uscire dai palazzi, vogliamo condividere la battaglia contro la manovra e contro i tagli alla sanità con la nostra comunità e con chi vuole darci una mano. Il PD per cambiare ha bisogno di una intelligenza diffusa, c’è una larga parte di Italia che fa fatica, non solo i più deboli ma anche il ceto medio che è penalizzato dai tagli alla sanità e alla scuola. Il PD ha fatto il suo percorso, ora è nelle condizioni di mandare messaggi chiari, di essere una forza realmente popolare capace di riannodare i fili con chi ha smesso di credere nella politica.
 
Uno dei temi della vostra piazza sarà la pace in Medio Oriente. Tra voi convivono sensibilità diverse sulla questione.
Tutto il PD è unito nel chiedere la pace, a partire da un cessate il fuoco per ragioni umanitarie. Siamo per una soluzione che preveda due popoli e due stati. Schlein ha alzato i toni nel condannare i massacri di civili a Gaza. Ha fatto bene, come è stato giusto condannare subito la strage del 7 ottobre. A pagare il prezzo non possono essere civili inermi, soprattutto bambini. Usa, Ue e paesi arabi moderati devono lavorare per arrivare a una soluzione politica.
 
Vi siete schierati contro l’elezione diretta del premier proposta da Meloni, e anche questo sarò uno dei che scandirete in piazza?
Nel mondo progressista e di sinistra c’è una sensibilità sul tema dell’uomo solo al comando, ci sono ancora anticorpi diffusi, nonostante i tentativi della destra di riscrivere la storia. Se si parla di stravolgimento della Costituzione, di riduzione dei poteri del Quirinale, il nostro popolo è pronto a mobilitarsi.

Ultimi articoli

Correlati

Serracchiani: Con le legge Nordio cade l’unica forma di difesa contro gli abusi di potere

La responsabile Giustizia del Pd a Repubblica: il solito provvedimento bandiera

Dalla Puglia un’ottima notizia: sì alla legge contro l’omotransfobia

Zan: "Mentre il governo Meloni continua a discriminare, dalle regioni di centrosinistra arriva un impegno importante per i diritti di tutte le persone"

Il governo conferma 250 milioni di tagli ai Comuni

Boccia: penalizzati i Comuni più attivi. Mentre Giorgetti descrive un Paese da favola e inventa risultati che vede solo lui

Schlein: “Non cerchiamo modelli, ma la nostra strada per battere le destre”

La segretaria del Pd a la7 rilancia "un'alleanza costruita sui bisogni concreti delle persone". E avverte: "il tempo dei veti è finito"

La Francia lo dimostra: la destra si può battere

Provenzano: "In Francia vince un'idea di cambiamento e vince l'unità. Un'unità complicata, diffcile, in questo caso decisiva per battere la destra"
spot_img