spot_img
spot_img
HomeGiustiziaGiustizia, PD: "Meloni come...

Giustizia, PD: “Meloni come Berlusconi: garantista solo per gli amici”
G

“Meloni come Berlusconi. L’unica differenza è che lui ci metteva la faccia e lei si nasconde dietro fonti anonime. Ha gettato la maschera: il suo garantismo è solo per i sodali di partito. Per i cittadini comuni un florilegio di nuovi reati e ai politici amici la pretesa dell’impunità”. Lo dichiara in una nota Debora Serracchiani, responsabile Giustizia nella segreteria Pd.
“Come ai vecchi tempi di Silvio Berlusconi. La presidente del Consiglio, Giorgia Meloni segue le orme del fondatore di Forza Italia. Lei, erede di quel Msi schierato contro la mafia e dalla parte dei magistrati. Oggi li delegittima come fece Berlusconi. Lei, con la Santanché, con il presidente La Russa, il ministro Nordio, il sottosegretario Delmastro insieme contro i poteri dello Stato”. Lo scrive Sandro Ruotolo, responsabile Informazione nella segreteria Pd.
Gli fa eco Marco Furfaro, responsabile Iniziative politiche, Contrasto alle diseguaglianze, Welfare, che su Twitter scrive: “Diceva di essere pronta, che avrebbe rivoltato l’Europa e difeso gli interessi degli italiani. È finita che gli italiani sono sempre più poveri. E gli unici interessi che difende Giorgia Meloni sono quelli dei suoi compagni di partito da scandali, polemiche e persino inchieste. Prima ha sistemato nei ruoli chiave dell’esecutivo e dello Stato una classe dirigente imbarazzate e ora attacca i magistrati per coprire le loro inadeguatezze. Nel frattempo, il 60% delle famiglie italiane fatica ad arrivare a fine mese. Per gli amici, l’impunità, per gli italiani la povertà. Complimenti”.

Ultimi articoli

Correlati

Verso il Congresso del Pse a Roma: parliamo di Europa e futuro

L'appuntamento che lancia la campagna elettorale dei socialisti europei per le elezioni di giugno 2024

Pasticcio Pnrr, spesi meno della metà dei fondi. E il governo si sottrae al confronto

il governo sta danneggiando il Paese. Boccia a La Russa: "Fitto si sottrae al confronto"

Approvato il voto per i fuori sede, Pd: grande soddisfazione ma non basta

Insisteremo perché possano votare anche i lavoratori fuori sede e chi ha problemi sanitari

Impennata dei minori detenuti, la giustizia minorile non meritava il dl Caivano

Presentato il settimo rapporto Antigone sulla giustizia minorile. Serracchiani: "Hanno stravolto il processo minorile"

Al via finalmente il processo Regeni: una giornata importante

Noi continuiamo a stare a fianco della famiglia nella ricerca di verità e giustizia
spot_img