spot_img
spot_img
HomeDonneGiù le mani dai...

Giù le mani dai corpi delle donne, sia in pace che in guerra!

>La violenza sessuale nei conflitti armati è non soltanto una delle più odiose forme di violenza che colpisce in particolare ragazze e donne, ma una tattica di guerra e di repressione che distrugge vite, terrorizza le popolazioni e sfalda comunità.

Dobbiamo andare oltre le parole di condanna da parte della comunità internazionale e la solidarietà espressa alle vittime. Nella Giornata ONU per il contrasto della violenza sessuale nei conflitti è necessario rinnovare l’impegno per un cambio di paradigma culturale: GIÙ LE MANI DAI CORPI DELLE DONNE SIA IN PACE CHE IN GUERRA!

Roberta Mori, Portavoce della Conferenza delle Democratiche

Ultimi articoli

Correlati

Serracchiani: Con le legge Nordio cade l’unica forma di difesa contro gli abusi di potere

La responsabile Giustizia del Pd a Repubblica: il solito provvedimento bandiera

Dalla Puglia un’ottima notizia: sì alla legge contro l’omotransfobia

Zan: "Mentre il governo Meloni continua a discriminare, dalle regioni di centrosinistra arriva un impegno importante per i diritti di tutte le persone"

Il governo conferma 250 milioni di tagli ai Comuni

Boccia: penalizzati i Comuni più attivi. Mentre Giorgetti descrive un Paese da favola e inventa risultati che vede solo lui

Cdp: Mori (PD), Meloni smentisca approccio misogino e maschilista nei cda

"Apprendiamo da notizie di stampa che Cassa Depositi e prestiti intende modificare lo statuto per poter ridurre da...

Schlein: “Non cerchiamo modelli, ma la nostra strada per battere le destre”

La segretaria del Pd a la7 rilancia "un'alleanza costruita sui bisogni concreti delle persone". E avverte: "il tempo dei veti è finito"
spot_img