spot_img
spot_img
HomeArchivioGentiloni: troppa pressione su...

Gentiloni: troppa pressione su Italia e Germania, la Ue ora si muova
G

Sulla questione migranti, “la forza di un’alleanza italo-tedesca deve servire a trovare per l’Europa una via d’uscita da questa crisi. Le questioni centrali sono due: l’integrazione nei Paesi privilegiati dai profughi, come la Germania, e i problemi del salvataggio e della prima accoglienza nei Paesi di confine dell’Ue. La Germania non può essere lasciata sola, e neppure l’Italia”.

Così il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni in un’intervista per Die Welt/Leading European Newspaper Alliance pubblicata su Repubblica.

 

Le divisioni Ue sui profughi e le mie parole su ‘Stati Uniti d’Europa’? Un nuovo impulso potrebbe arrivare all’Europa, secondo il ministro, “nel momento stesso in cui si trova sull’orlo di un baratro. Dopo quanto è avvenuto in queste settimane in Germania, in Austria e in Francia, le viene offerta una nuova opportunità: le decisioni che verranno prese oggi a Bruxelles dai ministri degli interni sono della massima importanza”.

 

Gentiloni si sofferma ancora su Italia e Germania: “i nostri governi – dice il titolare della Farnesina riflettendo sui migranti – devono far comprendere che questo fenomeno è destinato a protrarsi nel tempo”.

 

“Non basta far posto a 160mila persone. Dobbiamo arrivare per passi successivi a un diritto d’asilo europeo, mantenendo ovviamente un equilibrio e un’equa distribuzione.

 

E’ evidente che la meta di chi approda a Kos o a Lampedusa è l’Europa. Solo un diritto d’asilo europeo potrà consentirci di mantenere la libera di circolazione nello spazio
Schengen. Anche la politica dei rimpatri dev’essere comune: è un altro problema che non puo’ gravare solo sulle spalle dei Paesi di confine dell’Ue”.

 

“La Germania e la Svezia – ribadisce Gentiloni – non possono essere lasciate sole a farsi carico dell’accoglienza e dell’integrazione; e lo stesso vale per gli Stati di confine dell’Ue che si trovano ad affrontare la prima accoglienza e i rimpatri”.

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img