spot_img
spot_img
HomeArchivioG7, Gentiloni: l'impegno contro...

G7, Gentiloni: l’impegno contro il terrorismo è il risultato più importante
G

“Voglio ringraziare il presidente Renzi che ha avuto l’idea di fare qui” a Taormina “il vertice del G7 e ha funzionato alla grande”. Il presidente del Consiglio inizia così la conferenza stampa al termine dei lavori del summit di Taormina.

 

Per Gentiloni, “il risultato più importante del vertice è l’impegno comune contro il terrorismo. Il G7 di Taormina ha ospitato una discussione vera, più autentica di altre volte. E’ stata una occasione di confronto fra i leader che serve a mettere a fuoco le posizioni anche quando sono diverse, individuando convergenze oppure rendendo più chiare le differenze. Dal mio punto di vista questo è qualcosa che aggiunge interesse alla nostra riunione e conferma la rilevanza di questo formato”.

Non si sottovaluti, ha sottolineato il premier, “la forza del richiamo agli internet service provider affinché facciano quanto necessario per rimuovere immediatamente i contenuti” a sfondo terroristico e jihadista.

 

“Un focus a cui l’Italia teneva particolarmente e a cui è stata dedicata buona parte della sessione di questa mattina è stata sull’Africa. Questa discussione ce la porteremo dietro come uno dei segni del G7 di Taormina. La sfida dell’Africa ha trovato un interesse di tutti i leader, a partire dal Presidente Trump”, ha aggiunto il premier. “E’ una questione da cui dipende molto del nostro futuro”.

 

“La discussione sul commercio ha visto passi in avanti significativi, sgomberando il campo da una idea per la quale chi ha molto sottolineato la necessità di tutelare categorie e forze più colpite dalla globalizzazione sia necessariamente a favore di una radicale chiusura protezionistica”, ha detto il presidente del Consiglio.

“Sul commercio si è trovato un punto di equilibrio non scontato: si fa riferimento alla necessità di contrastare il protezionismo nel commercio internazionale”.

 

 

“Non arretreremo di un millimetro le nostre posizioni sul climate change. Che gli sviluppi politici e internazionali degli ultimi mesi abbiano costituito una novità nel contesto internazionale – ha spiegato il premier – non lo abbiamo scoperto a Taormina, è la scelta del popolo americano, l’America è il nostro principale alleato e con questa scelta facciamo i conti. Naturalmente affezioni alle posizioni che l’Italia sostiene. Questa differenza è emersa molto chiaramente nelle nostre discussioni, ma ripeto che discutere è sempre utile. Il presidente Trump ha apprezzato l’informalità con cui si è discusso in questo formato”.

In merito alla decisione degli Stati Uniti di rimandare la decisione sull’accordo di Parigi alla settimana prossima, Gentiloni ha evidenziato: “Non è la nostra tazza di tè, non so quale saranno i tempi della decisione americana. Noi abbiamo fornito strumenti per prendere la decisione giusta, argomenti legati anche ai settori di business che si creano attorno alla green economy. Mi auguro che gli Stati Uniti prendano la decisione giusta, quando la prenderanno”.

 

“Non ci sentiamo più soli sul tema migratorio. Non era certo Taormina l’occasione. Il resto dei paesi hanno politiche molto diverse, come ad esempio il Canada. Il Giappone ha politiche diverse”, così come “gli Stati Uniti. Il punto migrazioni era un punto chiuso da diverse settimane e non è stato tema di particolare dibattito”.

Sul tema delle migrazioni, ha spiegato Gentiloni, “dobbiamo lavorare sul lungo termine e nel breve termine coniugare politiche di sicurezza e politiche di accoglienza umanitaria”.

 

Il comunicato finale del G7

 

 

 

 

 

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img