spot_img
spot_img
HomeArchivioFondo per la ricostruzione...

Fondo per la ricostruzione nel dl TerremotoGentiloni: oltre 1 miliardo all’anno per 3 anni
F

“Nella manovra correttiva di metà aprile sarà previsto un nuovo Fondo per la ricostruzione, alimentato con oltre un miliardo all’anno per tre anni“.

 

Ad annunciarlo è stato il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni parlando in conferenza stampa al termine dell’incontro, a Palazzo Chigi, con i quattro presidenti delle Regioni coinvolte dal terremoto del Centro Italia.

 

Il decreto che faremo sarà correttivo ma anche per la crescita. La ricostruzione post terremoto è una situazione che va accudita, seguita, curata continuamente. Si potrebbe dire che stiamo mettendo la macchina in campo, e gradualmente stiamo uscendo dalle fasi più acute dell’emergenza.

 

Lo faremo anche dal punto di vista di una graduale e sempre maggiore responsabilizzazione del territorio, ma certamente senza che il governo si sottragga a questo che per me sin dall’inizio è stata una delle maggiori priorità di impegno per il Paese”, ha aggiunto il presidente del Consiglio.

 

Ha chiarito il premier: “La creazione del fondo per le zone colpite dal terremoto non incide sull’indebitamento netto. Non è una operazione di depressione dei segnali di crescita positivi da incoraggiare nel Paese. Si tratta di un impegno finanziario adeguato”, ha precisato il premier Gentiloni.

 

Terrei distinte le operazione del Def e del Dec e i saldi di bilancio di fine anno. Naturalmente abbiamo preso l’impegno di una correzione dello 0,2%. Per quanto riguarda la legge di bilancio di autunno certamente il Def conterrà informazioni fondamentali e aprirà una fase che non riguarderà solo l’Italia sui livelli di attuazione del patto di stabilità e la flessibilità”.

 

“Lavoriamo per completare le operazioni di sopralluogo di agibilità degli edifici – ha aggiunto il premier -. Contiamo di completarle in un periodo ragionevole. E’ cominciato inoltre il percorso di consegna delle soluzioni abitative di emergenza che nelle prossime settimane acquisirà ritmi più consistenti. Si sta lavorando alla rimozione delle macerie ed e’ stato avviato il percorso per la realizzazione delle 21 nuove scuole per cui ci siamo impegnati.

 

Mentre stiamo facendo questo lavoro al Senato è in conversione il decreto approvato alla Camera. Abbiamo fatto anche un piccolo ritocco alla definizione dei comuni del cratere a sostegno alle fasce deboli. Voglio dare se possibile l’impressione di una continuità a questo lavoro. Dobbiamo essere consapevoli della gravità di quanto accaduto in queste zone dell’Italia centrale”, ha concluso.

 

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img