spot_img
spot_img
HomeEconomia e lavoroEx Ilva, Pagano: "Con...

Ex Ilva, Pagano: “Con audizione ministri toccato punto più basso”
E

Con l’audizione di Urso e Giorgetti abbiamo toccato il punto più basso sull’intera questione Ex-Ilva da diversi anni a questa parte. Mentre i Ministri di questo Governo prendono accordi segreti con una multinazionale che in questi anni ha fatto disastri in ogni ambito della vita dell’acciaieria, il Parlamento viene trattato alla stregua di un bambino che vuole interessarsi degli affari dei grandi. Ma fuori dai ‘palazzi’ ci sono ancora 3mila lavoratori in cassa integrazione, un piano ambientale rimasto monco, impianti che cadono a pezzi e un indotto che aspetta da tempo che Acciaierie d’Italia saldi i propri debiti. In un anno di Governo Meloni abbiamo sperperato centinaia di milioni di euro senza nessun progresso e ora rischiamo di veder regalare altri 2 miliardi a un socio privato che vuole solo vedere morire la fabbrica.Continueremo a pretendere al fianco dei sindacati che i progetti pensati e finanziati dai nostri governi, decarbonizzazione in primis, vengano portati avanti senza se e senza ma. È inaccettabile vedere Fitto e Co. decidere dei destini di una intera comunità come se fosse una partita a Monopoly. Se hanno il coraggio vadano a Taranto a spiegare cosa stanno combinando in questi mesi e perché di rilancio verde dell’acciaieria non se ne sente più parlare”.
 
Così Ubaldo Pagano, deputato pugliese del Partito Democratico.

Ultimi articoli

Correlati

Interposizione illecita di manodopera, Guerra (Pd): Eliminiamo la norma che legittima il caporalato

"Per contrastare l’interposizione illecita di manodopera, come si propone, giustamente, la ministra Calderone, bisogna prima di tutto eliminare...

Pasticcio Pnrr, spesi meno della metà dei fondi. E il governo si sottrae al confronto

il governo sta danneggiando il Paese. Boccia a La Russa: "Fitto si sottrae al confronto"

Pnrr, Misiani: “Transizione 5.0 in alto mare, governo non pervenuto”

“Il programma Transizione 5.0 annunciato trionfalmente dal ministro Urso è a ‘carissimo amico’, stando a quello che riportano...

“Le morti sul lavoro non sono una fatalità ma una vera tragedia”. Parla Maria Cecilia Guerra

All’indomani dell’ennesima strage sul lavoro – i cinque morti nel cantiere di Firenze – si riaccende l’attenzione su un tema che non dovrebbe mai vederla spenta: la sicurezza sul lavoro. Qual è la situazione nel nostro Paese, e cosa serve per intervenire davvero?

Ex Ilva, Misiani: “Speriamo il commissariamento non sia fatto sulla pelle lavoratori”

“Dopo mesi e mesi di incertezze e di divisioni all’interno del governo Meloni, il commissariamento della ex Ilva...
spot_img