spot_img
spot_img
HomeArchivioOk della Camera al...

Ok della Camera al Dl cultura: l’apertura dei musei rientrerà nei servizi pubblici essenziali
O

“Quasi 34 milioni di euro, per la precisione 33.757.115, versati da 792 mecenati a 225 enti beneficiari. Il tutto per realizzare 272 interventi. Sono questi i ‘numeri’ dell’Art Bonus, entrato in vigore da settembre 2014, con cui si offre un’agevolazione fiscale del 65% per le erogazioni liberali a favore della cultura”. Lo ha affermato il ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, nel corso della presentazione dei risultati dell’Art BonuS.

In particolare, gli enti che hanno beneficiato dell’Art Bonus sono 134 Comuni, 11 Fondazioni lirico sinfoniche, 16 teatri di tradizione, e 27 enti che afferiscono al Mibact. Sul fronte dei mecenati, si registrano 47 enti, 159 imprese e 567 persone fisiche. Più nel dettaglio, il Mibact ha ‘incassato’ 662.960 euro, i Comuni 10.865.514 euro, le Fondazioni Lirico Sinfoniche 14.959.901, i teatri di tradizione 2.217.477, e altri soggetti 5.051.263.

“Per introdurre la cultura del mecenatismo nel nostro Paese serve tempo – ha sottolineato il ministro Franceschini – ma i risultati per noi sono assolutamente positivi. Più che positivi sono straordinari, perché in una fase sperimentale, senza una campagna promozionale, ci sono state piccole, medie donazioni a favore dei Comuni, dei musei, delle fondazioni lirico-sinfoniche. Adesso la stabilizzazione dell’art bonus, grande risultato della legge di stabilità, e la campagna promozionale, renderanno questo strumento sempre più importante”.

“In un Paese che detiene il maggior numero di siti inclusi nella lista Unesco del Patrimonio mondiale dell’umanità, in un Paese in cui i turisti stranieri spendono ogni anno (dati 2012) oltre 32 miliardi di euro, in un Paese in cui, secondo le stime 2013 del World Travel & Tourism Council, l’intera economia turistica vale il 10,2% del Pil, includere i beni culturali tra i ‘servizi pubblici essenziali’ dovrebbe essere il minimo. Il decreto che oggi la Camera ha approvato non contiene nessun attacco ai diritti dei lavoratori, perché sono lavoratori anche quelli della sanità, dei trasporti e della scuola che hanno una regolamentazione in quanto servizi essenziali. L’obiettivo è contemperare i diritti dei lavoratori con i diritti dei cittadini turisti di poter fruire del nostro straordinario patrimonio storico e artistico” .

Così la vice presidente della Camera, Marina Sereni, commenta l’approvazione a Montecitorio del decreto che aggiunge nell’elenco dei servizi pubblici essenziali musei,
archivi, biblioteche e luoghi della cultura.

“Con la cultura, in Italia, si mangia – continua Sereni – ed è motivo di grande soddisfazione che, dopo anni di tagli, la prossima Legge di Stabilità destini nuovi fondi per la tutela del patrimonio, per i grandi progetti culturali, per l’assunzione di 500 professionisti tra antropologi, archeologi, architetti, archivisti, bibliotecari, demoetnoantropologi, esperti di promozione e comunicazione, restauratori e storici dell’arte”.

“Il Governo, e il ministro Franceschini in particolare – conclude – sta realizzando una piccola rivoluzione in un settore cruciale per l’Italia, per la nostra economia e per il nostro ruolo nel mondo”.

Dossier DEPUTATI PD
IL DECRETO-LEGGE PER LA FRUIZIONE. DEL PATRIMONIO ARTISTICO E CULTURALE

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img