spot_img
spot_img
HomeArchivioCatanzaro, una Leopolda per...

Catanzaro, una Leopolda per la Sanità con il cuore a Parigi
C

Il Pd Calabria ha tenuto una giornata di studi sulla sanità in Calabria, un evento che è stato aperto con un minuto di silenzio per commemorare le vittime degli attentati che hanno scosso il mondo. Un tema delicato, quello della sanità calabrese, visto lo stato in cui vive la nostra regione; un momento di incontro e confronto voluto dal segretario regionale del Pd, Ernesto Magorno, che ha ripreso la formula dei tavoli – dedicati a Piano di rientro e riequilibrio, Università, ricerca e innovazione, Riorganizzazione della rete ospedaliera, Riorganizzazione della rete territoriale, Rete socio-sanitaria- Terzo settore – propri della Leopolda.

“Sono contento per l’esito di questa giornata- ha dichiarato Magorno -. il Pd è un partito che propone e mette in campo tante energie. In questo senso l’idea della Consulta coordinata dal dottor Leo Franco Rizzuti e composta da professionisti del settore che ben conoscono le problematiche in essere, sarà un valido ausilio per l’operato del Governatore Mario Oliverio. La sanità è una partita da vincere- ha concluso Magorno- e vincere vuol dire che i calabresi non partiranno più dalla Calabria per curarsi”.

Una sfida in cui la Calabria non è sola. A testimoniare l’attenzione e la vicinanza del Governo e, in particolare del Premier Renzi, la presenza del Sottosegretario alla Salute Vito De Filippo e del responsabile della Sanità del Pd, Federico Gelli che, non mancando di lanciare un messaggio di vicinanza al popolo francese, ha concluso i lavori esprimendo soddisfazione per l’esito dell’iniziativa e ha esortato ad andare avanti con fiducia, ma, allo stesso tempo, con responsabilità: “Dobbiamo impegnarci per spendere al meglio le risorse messe a disposizione dal Governo e per fare questo serve massima attenzione nella scelta degli investimenti eliminando le spese inutili.
In questa direzione fondamentale è la legge di stabilità che permetterà di fare un salto di qualità per quanto riguarda le risorse relative ai livelli di assistenza con una particolare attenzione al tema delle malattie rare. Il Governo avrà poi la possibilità di intervenire sulle singole aziende sanitarie in perdita ed inoltre è stata Inserita nella legge la possibilità di licenziare i manager che, in alcuni casi, restano i maggiori responsabili dei bilanci negativi delle aziende. Ci saranno poi risorse intoccabili da destinare ai farmaci in grado di sconfiggere malattie come l’epatite C e sarà quindi previsto un maggiore investimento sui farmaci cosiddetti innovativi.

E’ questo lo spirito che deve animare l’azione di chi opera in questa Regione. Il Pd – ha concluso Gelli – è attento alla sanità calabrese convinto che sia arrivato il momento di garantire la massima qualità dei servizi. I cittadini devono poter riacquistare la fiducia nelle proprie strutture sanitarie anche perché la Calabria ha ottimi professionisti. Il nostro compito, quello del Partito Democratico e delle istituzioni, sarà quello di far passare questo messaggio: la sanità calabrese è affidabile”.

Antonio Modaffari – Comunicazione Pd Calabria

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img