spot_img
spot_img
HomeComunicati stampaCaccia: Corrado e Laureti...

Caccia: Corrado e Laureti (PD), pdl Bruzzone antistorica e anticostituzionale, va respinta 

“Il PD respinge nel merito e nel metodo la proposta di legge Bruzzone, meglio conosciuta, in maniera calzante, come “caccia selvaggia”.
Nel merito perché è una proposta antistorica, anti-costituzionale, che risponde esclusivamente a sollecitazioni di categorie molto specifiche, mancando totalmente di curarsi del bene comune e del quadro di insieme. Una proposta che vorrebbe mettere il bavaglio ad ISPRA e blindare i calendari venatori per legge regionale, impedendo, di fatto, l’intervento delle associazioni che si occupano di ambiente, animali e biodiversità. Una proposta che ci manderebbe a sbattere contro procedure di infrazioni certe della Commissione Europea, che già a legge vigente ha aperto ben due procedure pilot per presunte inadempienze italiane in relazione alle direttive per la tutela della fauna selvatica.
Nel metodo perché si è scelto di aggredire una legge quadro importante ed equilibrata come la 157/1992, che andrebbe si aggiornata, ma non certo usando la mazza ferrata e bruciando i tempi del lavoro parlamentare. Si è deciso di lasciare inascoltate le richieste reiterate di allungamento dei tempi di audizioni e di preparazione degli emendamenti, al solo scopo di fare propaganda elettorale in vista delle elezioni dei prossimi mesi.
Come abbiamo già avuto modo di dire, rigettiamo totalmente questo approccio e daremo battaglia, anche sollevando la pregiudiziale di incostituzionalità se la pdl dovesse arrivare in aula, perché le istanze dell’ambientalismo scientifico, del rispetto della costituzione, delle direttive europee, della salvaguardia degli ecosistemi vengano messe al centro di ogni possibile programmazione e legiferazione. In questo solco, ci mettiamo a disposizione delle associazioni e dei portatori di interesse per costruire una proposta di revisione della 157 che guardi al futuro, illuminato dalla recente formulazione dell’articolo 9 della Costituzione, non certo ad un passato novecentesco, che considerava l’ecosistema un mero supermercato o parco giochi da piegare a proprio piacimento”.

 

Così in una nota congiunta Annalisa Corrado, responsabile Conversione ecologica, clima, green economy e Agenda 2030 e Camilla Laureti, responsabile Politiche agricole nella segreteria nazionale del PD.

 

Roma, 6 febbraio 2024

Ultimi articoli

Ultimi comunicati

Mori (PD), spacca il Paese e svuota la Costituzione

Autonomia: Mori (PD), spacca il Paese e svuota la Costituzione "L’autonomia differenziata spacca il paese e svuota la Costituzione...

Bonafoni (PD), solidarietà a studenti aggrediti da gruppo neofascista. Aspettiamo condanna e azioni da parte del governo

Roma: Bonafoni (PD), solidarietà a studenti aggrediti da gruppo neofascista. Aspettiamo condanna e azioni da parte del governo "È...

Autonomia, Sereni (Pd): per Sanità colpo di grazia. Inutili lacrime di coccodrillo dei governatori FI

Autonomia, Sereni (Pd): per Sanità colpo di grazia. Inutili lacrime di coccodrillo dei governatori FI "Lo strappo che si...

Mahmoud (Pd), Meloni riesce nell’impresa: Italia spaccata

Autonomia: Mahmoud (Pd), Meloni riesce nell’impresa: Italia spaccata "Nella notte prima degli esami di maturità per migliaia di ragazze...

Ruotolo (Pd), vergognatevi. Paese diviso in due

Autonomia: Ruotolo (Pd), vergognatevi. Paese diviso in due “Avete approvato la secessione dei ricchi. Vergognatevi, avete diviso il Paese...