spot_img
spot_img
HomeNotizieAutonomia, Bonaccini: “Sbagliati merito...

Autonomia, Bonaccini: “Sbagliati merito e metodo, no alla scuola spezzettata”

Sintesi dell’intervista su Il Sole 24 Ore

“L’autonomia riguarda in primo luogo le Regioni, ma il ministro Calderoli non ha voluto condividerne il testo in Conferenza delle Regioni. Una scelta che va contro ogni principio di collaborazione istituzionale. Trovo poi paradossale che questo accada nel momento stesso in cui il governo tenta di centralizzare altre prerogative regionali”, inizia così Stefano Bonaccini, governatore dell’Emilia Romagna e presidente del PD, la sua intervista al Sole, e aggiunge: “Mi riferisco alla gestione dei fondi strutturali europei, al Fondo di sviluppo e coesione, alle norme sul dimensionamento scolastico, che azzerano le prerogative delle Regioni: su questo andremo in Corte costituzionale”.

“Non c’è alcuna garanzia di esigibilità dei diritti e dei servizi da parte dei cittadini, a partire dalle risorse: il rischio è quello di alimentare uno scontro tra territori a vantaggio di quelli più forti”.

Bonaccini chiude: “Io sono da sempre favorevole a maggior autonomia per Regioni ed Enti locali. Ma ad un’autonomia giusta, che avvicini le decisioni ai cittadini e alle imprese, che semplifichi la Pa e riduca i tempi degli investimenti e degli iter autorizza tori”.

Intervista integrale su Il Sole 24 Ore

 

Ultimi articoli

Correlati

Guerra: “Divari di istruzione, più che il merito pesa la nascita”

I dati diffusi da Istat confermano l’immagine di una società in cui le diseguaglianze si trasmettono di genitori in figli

Schlein: Sulla sanità Meloni dia risposte e si ricordi che è al governo

La segretaria del Pd replica a Ciriani: "Il ministro lavori per trovare soluzioni condivise. La nostra proposta è semplice, e resta sul tavolo"

Salva-casa: siamo alla sanatoria ammessa sempre e comunque

In Aula alla Camera un decreto che allarga ancora il perimetro della sanatoria. Braga: "Mai così avanti, è deregulation totale"

Serracchiani: Con le legge Nordio cade l’unica forma di difesa contro gli abusi di potere

La responsabile Giustizia del Pd a Repubblica: il solito provvedimento bandiera

Dalla Puglia un’ottima notizia: sì alla legge contro l’omotransfobia

Zan: "Mentre il governo Meloni continua a discriminare, dalle regioni di centrosinistra arriva un impegno importante per i diritti di tutte le persone"
spot_img