spot_img
spot_img
HomeArchivio2 giugnoFesta della Repubblica

2 giugnoFesta della Repubblica
2

La Festa della Repubblica mette in primo piano anche quest’anno l’orgoglio dei sindaci, specie quelli dei Comuni terremotati del Centro Italia. Saranno loro, infatti, ad aprire la sfilata di militari e civili per la tradizionale parata del 2 giugno su via dei Fori imperiali, a Roma.

 

“Un riconoscimento al coraggio, all’impegno e al lavoro svolto dai sindaci, prima forza civile del Paese”, ha detto il presidente dell’Anci Antonio Decaro. In fascia tricolore sfilerà un plotone di circa 400 sindaci, e tra loro diverse decine dei comuni del cratere del terremoto. “È il modo più esplicito – dice Decaro – per manifestare insieme la gratitudine di tutto lo Stato nei loro confronti, e per farli sentire davvero supportati da parte delle istituzioni, a partire da quella più alta”.
Il Presidente Mattarella, in occasione dell’apertura delle celebrazioni per la Festa della Repubblica, ha incontrato i sindaci, sottolinenado come i primi cittadini dei paesi colpiti dal sisma, “l’Italia è sempre stata capace di trovare capacità di impegno comune recuperando energia e risorse per superare le difficoltà”.

 

Matteo Renzi, segretario del Pd, scrive su Facebook: “Ammetto che all’inizio faticavo ad amare la festa del 2 Giugno. Fu merito di Carlo Azeglio Ciampi, soprattutto, portare a riflettere la nostra generazione su questo appuntamento: ci insegnò che la parola Patria poteva e doveva essere riscoperta.
E quando ho servito le Istituzioni, soprattutto da sindaco, ho imparato a capire meglio l’importanza di questa Festa.
Da premier ho poi toccato con mano la straordinaria professionalità delle Forza Armate italiane, la loro dedizione, la loro tenacia. Il loro lavoro, in Italia come all’Estero, merita solo un enorme rispetto e profonda gratitudine.
Ho scolpite nella mente tante immagini concrete di attaccamento all’Italia e ai suoi valori. Immagini concrete di coraggio che fanno giustizia di luoghi comuni sterili e mediocri sull’Italia.
Per tutti questi motivi vorrei augurare a tutti e a ciascuno una buona Festa della Repubblica. Non è uno stanco rituale, ma è la gioia di appartenere a una grande storia condivisa. E a un futuro che possiamo costruire tutti insieme giorno dopo giorno.
Viva la Repubblica, viva l’Italia!”.

 

 

 

Ultimi articoli

Correlati

Primarie PD: i risultati definitivi

La Commissione nazionale per il Congresso rende noti i dati definitivi sull'affluenza alle Primarie del 26 febbraio e...

PD, oggi alle 15 il passaggio di consegne Letta-Schlein

Si svolgerà oggi alle 15 nella sede del PD di Via Sant’Andrea delle Fratte 16 il passaggio di...

Buon lavoro Elly Schlein

“Il popolo democratico è vivo, c'è ed è pronto a rialzarsi con una linea chiara. Ce l'abbiamo fatta,...

Roggiani, affluenza attorno al milione di votanti

​​​​​"Mancano ancora i dati di alcune regioni e di alcune città, ma possiamo dire che l'affluenza si aggirerà...

Vota per un nuovo Partito Democratico

Domenica 26 febbraio si vota per la nuova segretaria o il nuovo segretario del PD. I seggi saranno aperti...
spot_img